La scomparsa di Noemi Durini a Lecce

Share

I genitori di Noemi, sono abituati ai suoi brevi allontanamenti: anche in passato infatti era successo che la ragazza si fosse allontanata per un paio di giorni, ma non vedendola rientrare, la madre martedì ha sporto denuncia ai carabinieri. Al momento non sono contestate ipotesi di reato né vi sarebbero persone iscritte nel registro degli indagati in relazione alla scomparsa della ragazzina.

Momenti di grande apprensione in Puglia per la scomparsa di Noemi Durini, 16enne di Specchia, in provincia di Lecce. "Dopo la denuncia di scomparsa fatta dalla mamma della ragazza - ha detto a Federica Sciarelli - a otto giorni dalla sparizione di Noemi, abbiamo installato una struttura in loco, una unità per presiedere il territorio per tutti coloro che possano dare notizie o indicazioni utili". Dapprima sono stati lanciati accorati appelli via social, adesso le ricerche hanno compreso la protezione civile, i vigili del fuoco, le forze dell'ordine, tra cui i Ris di Roma a lavoro con i cani molecolari che stanno setacciando le campagne limitrofe, e perfino la procura di Lecce, la quale parallelamente ha aperto due fascicoli d'inchiesta per cerca di fare luce sul caso. I controlli sono estesi a grotte, inghiottitoi, cisterne e pozzi. Sabato due settembre Noemi aveva deciso di trascorrere il sabato sera a casa, a quanto pare chattando con il fidanzatino, un minorenne dI Montesardo, frazione di Alessano che sarebbe stato l'ultimo ad averla vista. Decine i volontari della Protezione civile impiegati nelle ricerche che stamani sono state sospese per alcune ore a causa del maltempo e sono riprese solo quando le condizioni meteo sono migliorate.

Fiorentina, Pioli: "Soddisfatto della vittoria, testa alla prossima"
Ma abbiamo buone qualità, abbiamo preso giocatori con tanta voglia di giocare con la nostra maglia, e di qualità, tecnici. E' chiaro che a volte deve fare scelte più lucide, un tocco in meno, un passaggio a un compagno piazzato meglio.

Le indagini degli investigatori si stanno concentrando sulla cerchia di amicizie che la giovane era solita frequentare. In uno degli ultimi post Noemi scriveva: "Non è amore se ti picchia". Le ricerche, anche con i cani molecolari.

Ma più di recente la sedicenne aveva pubblicato post più inquietanti, espliciti riferimenti alla violenza di genere.

Share