Lazio, gol e assist: all'Olimpico è Immobile show

Share

È bastato il suo trasferimento a spazzare via 4 anni stagioni d'amore in biancoceleste, ma non per l'argentino che anche prima della gara aveva dichiarato: "Non mi aspetto una bella accoglienza ma questo non cambierà la mia idea della Lazio".

L'ondata di maltempo prevista in Italia in queste ultime ore ha investito anche Roma, dove allo Stadio Olimpico si sarebbe dovuto disputare il big match della terza giornata di Serie A tra Lazio e Milan. Dal dischetto Immobile batte Donnarumma di potenza. La partita non ha mai avuto una storia, Immobile ha messo in difficoltà la difesa rossonera segnando ben tre reti e fornendo l'assist a Luis Allberto per il gol del poker. I processi vanno fatti quando è il momento, non preventivamente sulla base di un utopistico desiderio di vincere tutte le partite 5-0: per quello c'è la Playstation. Certo, è a dir poco ingeneroso prendersela con il solo Montolivo, il cui rapporto con la tifoseria resta sempre caratterizzato da (pochi) alti e (numerosi) bassi. Altri, invece, hanno parlato di umiliazione riferendosi al duello con Immobile, mentre i cugini interisti hanno stuzzicato i rossoneri dicendo di preferire Skriniar, più giovane e meno costoso. I rossoneri provano a rialzare la testa, Montella manda dentro Calhanoglu e Kalinic per Cutrone e Borini. Ancora Immobile (che porta il pallone a casa) che poi ha servito il pallone del 4-0 a Luis Alberto. La gara si è poi incanalata verso la vittoria laziale col secondo gol di Immobile.

45′ Segnalati due minuti di recupero. Si va al riposo con il risultato di 2-0 per la Lazio. Passa qualche minuto e la Lazio reclama un calcio di rigore per una trattenuta di Calabria su Immobile, l'arbitro Rocchi lascia correre.

38′ GOL di Ciro Immobile, Donnarumma intuisce ma l'attaccante biancoceleste trasforma, Lazio in vantaggio per 1-0.

Istat: disoccupazione ai minimi dal 2012 e occupazione in crescita
La diminuzione degli inattivi riguarda soprattutto le donne , in particolare del Mezzogiorno. Il tasso dei posti vacanti aumenta di 0,1 punti percentuali sul trimestre precedente.

Al 14′ Wallace è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare, al suo posto Bastos.

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Wallace (15'Bastos), De Vrij, Radu (80' Luiz Felipe); Basta, Parolo, Lucas Leiva, Lulic (65'Lukaku); Milinkovic Savic, Luis Alberto; Immobile.

Da questa sconfitta il Milan può solo imparare: a crescere, a evitare cali di concentrazione, a migliorare fisicamente, a non sottovalutare alcun avversario, a fare la voce grossa anche con i grandi capi piuttosto che con gli impiegatucci mesti e servili come Craiova, Shkendja o Crotone. Questo il probabile undici: Donnarumma confermato tra i pali, davanti a lui una difesa a tre composta da destra a sinistra da Musacchio, Bonucci e il rientrante Romagnoli, a centrocampo invece Biglia playmaker, Kessié mezzala destra e Bonaventura mezzala sinistra, Abate e Ricardo Rodriguez sugli esterni; in avanti, tandem offensivo che con ogni probabilità sarà composto da Kalinic e André Silva.

Share