Milano, ragazzina abusata nel cortile di un condominio del centro

Share

Il racconto della piccola è lucido, scrive Repubblica.it, ed è lo stesso che aveva fatto al fratello maggiore e ai genitori, cinesi di zona Sarpi. "Mi ha detto 'andiamo', ma io non volevo, non lo conoscevo - ha raccontato la bambina - Mi ha fatto entrare in un portone, non di casa mia, ma in un palazzo vicino". Un racconto non contraddittorio e privo di particolari che difficilmente potevano essere frutto della fantasia di una bambina: "Mi ha preso per una spalla, mi faceva male. E continuava a spingermi, fino a un cortile". La vittima, di soli sei anni, si è salvata grazie all'intervento di alcuni condomini della casa di ringhiera, richiamati dalle urla di lei, e poi ha raccontato tutto ai suoi familiari. Le indagini intanto proseguono e vanno avanti senza sosta, nel più stretto riserbo.

Trattandosi di un minore c'è la massima attenzione alla sua privacy e a tutelare l'indagine della Mobile comandata da Lorenzo Bucossi, coordinata dalla pm Cristina Roveda, incaricata delle fasce deboli e dei reati sessuali.

Le prince William était réticent à l'idée d'avoir un troisième enfant
William était plus réticent, non seulement parce qu'ils n'étaient que deux, mais parce que George était un bébé très difficile . Si la tenue de Kate était de nouveau d'actualité, c'est parce que celle que portait Helen Haslem lui ressemblait fortement.

La piccola, spintonata dall'aggressore in un portone di Chinatown, ha descritto con precisione l'orco. Ovvero un omone di una quarantina d'anni, italiano o dell'Est europeo, con un paio di jeans e una maglietta blu.

Una visita all'Ospedale Mangiagalli ha escluso la possibilità di un rapporto tra il violentatore e la bambina, ma la vicenda resta comunque molto delicata. L'aggressore, ripreso poco dopo nelle vicinanze di zona Sapri da un'altra telecamera, sarebbe stato già identificato dalla polizia.

Share