Napoli, è terminato il silenzio stampa: l'annuncio del club

Share

Agnelli ha iniziato a parlare del mercato che va chiuso prima e tutti dicono: "'Si, è vero!', quando lo dicevo io mi davano del folle!". "E se un fuoriclasse come Marek ha un momento di appannamento, io lo supporto ancor di più per far sì che lui mi dia il 100%". Giocare in Champions è una soddisfazione enorme, poi abbiamo tante partite affascinanti. "C'è solo da stare concentrati partita per partita".

"Le due reti di Kiev un anno fa mi hanno aiutato tantissimo - esordisce Arek Milik -". Ci costringeranno a difendere bassi ma può venire fuori una gara che ci concederà opportunità.

Milan, Montella esalta la società: 'Voto 10 al club'
Mi sento anche in credito con lui perché quando l'ho incontrato sono stato spesso fortunato". "La dirigenza merita 10, ha fatto il massimo in tempi brevissimi".

Vincere domani potrebbe rivelarsi fondamentale in un'ottica di qualificazione agli ottavi: "In un girone di sei partite è chiaro che la prima condizioni le successive. Ho giocato anche con la nazionale polacca una gara importante". Il club ucraino, infatti, è un avversario storicamente rognoso e costituisce sulla carta la terza forza di un raggruppamento in cui Manchester City e Napoli dovrebbero avere una marcia in più, mentre il Feyenoord si candida ad essere l'outsider con l'obiettivo di sparigliare le carte e sovvertire i pronostici. "Lo Shakhtar poi ha qualità tecniche elevatissime, non è un girone semplice". Il Napoli continua a calpestare anche i propri tifosi, vale a dire i principali destinatari delle interviste.

Il Napoli cala un bel tris contro il Bologna e si conferma seria candidata allo scudetto. In certe vittorie non ho visto un salto di qualità, perché preferisco giocare bene per 90'. L'ex Empoli, prima di tutto, ha voluto fare una puntualizzazione: "Stamani ho letto che qualcuno ha detto che il silenzio stampa è dipeso da me". Negli ultimi due anni siamo cresciuti moltissimo sotto la guida di Sarri. "Se è così gli altri stanno peggio". E ora la Champions: mercoledì sera inserirei subito Diawara e Zielinski, ma capisco che non si può fare a meno di un certo Hamsik. Hamsik è insostituibile per me, ha delle caratteristiche nel giocare tra le linee che non ha nessun nostro centrocampista. Esce tutte le partite perché è l'unico modo che ho per farlo riposare.

Share