Papa Francesco: "Bene l'Italia sui migranti". Sul clima: colpa nostra

Share

Papa Francesco chiude il suo viaggio in Colombia e torna a Roma.

"Io sento il dovere di gratitudine per l'Italia e la Grecia, perché hanno aperto il cuore sui migranti", ha detto il pontefice sull'aereo che lo sta riportando dalla Colombia.

Rizzoli: "Errore VAR in Inter-SPAL? No, l'errore è un altro"
No, i minuti vanno recuperati: si sono persi 4 minuti per la decisione, vanno recuperati 4 minuti. Si è verificato il problema della connessione con l'arbitro in campo.

Il Papa, secondo cui "il governo italiano sta facendo di tutto", sul tema dei migranti invita però anche alla prudenza: "Cosa significa? Allora: cuore sempre aperto, prudenza, integrazione e vicinanza umanitaria". Il Pontefice si è fatto male con la copertura in vetro del veicolo e una goccia di sangue ha macchiato l'abito. Che uno chieda agli scienziati e poi decida. "Accoglierli è un comandamento di Dio, ma - ha precisato - un governo deve gestire questo problema con la virtù propria della prudenza". L'unico animale del Creato che rimette il piede nella stessa buca è l'uomo, per superbia, per sufficienza, per il Dio 'tasca'. non solo la difesa del Creato, tante altre questioni e decisioni dipendono dai soldi. Ho sentito parlare il presidente degli Stati Uniti, che si presenta come un pro-life.

Nel resto della conferenza stampa, poco più di mezz'ora, dice tra l'altro che "un presidente pro-life" come Trump non può "dividere le famiglie" con una legge come quella sui baby-migranti, che se non si prende coscienza dei mutamenti climatici è perché "l'uomo è stupido, come dice l'Antico Testamento", che sul Venezuela la Santa Sede ha parlato "forte e chiaro", e che è "rimasto commosso dalla gioia, dalla tenerezza, dalla gioventù, dalla nobiltà del popolo colombiano". E' così: "quando non si vuol vedere, non si vede e si guarda da una parte soltanto". E chi gliela ruba?

Share