Pierre Bergé, addio al co-fondatore della casa Yves Saint Laurent

Share

È morto nella mattina di venerdì 8 settembre 2017 Pierre Bergé, imprenditore del settore moda, nonché storico compagno dello stilista Yves Saint Laurent.

Nel 1954, l'incontro con Yves Saint Laurent segnerà per sempre la vita di entrambi. Un legame che si è mostrato forte sin da subito, tanto che entrambi capirono in pochissimo tempo che erano fatti l'uno per l'altro. E' stato anche partner di vita di Yves Saint Laurent. Nel 1961 Bergé aiuta il suo nuovo compagno a fondare la propria Maison di Haute Couture: sarà un successo planetario.

Super tempesta magnetica in arrivo, il Sole continua a essere iperattivo
Fortunatamente la tempesta si è indebolita dopo l'impatto dello sciame iniziale. Adesso la tempesta è diventata più debole.

I due si conobbero in occasione di una cena organizzata da Marie Louise Bousquet di Harper's Bazaar nel febbraio del 1958, e solo poco dopo Bergé decise di contribuire all'ascesa di Saint Laurent, all'epoca promettente stilista di Dior. Il grande lascito di Bergé, costruito sempre insieme a Yves, è la loro collezione d'arte, con quadri di Picasso, Matisse, e altri grandi dell'arte moderna e contemporanea andati all'asta dopo la morte di Yves Saint Laurent. Lottò molto per i diritti delle coppie omosessuali e per la creazione di associazioni contro l'AIDS che a cavallo tra gli anni 80′ e 90′ faceva prepotentemente il suo ingresso nella vita di molte persone e nel dibattito dell'opinione pubblica. Nel 2011, nel cuore del Giardino Majorelle a Marrakech, Bergé inaugura il primo museo dedicato alla cultura Amazigh (dei Berberi), le Musée Berbére. Nel 2011 ottenne l'onorificenza di Grande mecenate delle Arti e della cultura. Ha quindi diretto il Théâtre de l'Athénée - Luois Jouvet - e per cinque anni ha avuto in mano il timone dell'Opéra di Parigi. Entrambi, però, sapevano bene che non sarebbe funzionata. Lo stilista era geniale, sregolato, fragile e si lasciava andare a eccessi di ogni tipo, mentre Pierre era un uomo d'affari freddo, autoritario e razionale, tanto che è stato soprannominato "il pitbull della moda francese". Addirittura il regista Pierre Thoretton ha trasformato la loro relazione nel film "Yves Saint Laurent - Pierre Bergé". L'amour Fou, girato da Jalil Lespert.

Share