Roma-Atletico Madrid, Eusebio Di Francesco: "Domani sarà una battaglia vera"

Share

Mi aspetto una squadra determinata, affronteremo un club che ha precise caratteristiche e dovremo adeguarci a loro, sarà una battaglia di quelle vere. "Dobbiamo partire col piede giusto, è la prima e può essere determinante". "Schick? L'infortunio sembra meno grave del previsto". Innanzitutto vorrei vedere la squadra determinata con la voglia di arrivare al risultato, come quella che avremo davanti. "Posso solo dire che siamo fiduciosi e parlerà il campo". Magari è meno estetica ma molto pratica, però raggiungendo sempre l'obiettivo.

Per l'allenatore: in campionato si parla di tutti tranne che della Roma. "Simeone è un grandissimo allenatore, sappiamo chi affrontiamo e per poter competere con loro dobbiamo mettere in campo anche le loro caratteristiche, conservando la nostra identità".

"Dubbi di formazione? I dubbi sono sempre all'ordine del giorno, fanno bene, la squadra si sta allenando bene". La squadra sta bene e dobbiamo ragionare da squadra. "Per quanto riguarda Peres e Florenzi le valutazioni le faro' tra oggi e domani, probabilmente uno dei due giochera' ma non ho ancora deciso niente", spiega. Schick è meno grave del previsto, spero di riaverlo tra Verona e Benevento.

La sua condizione è buona, ha avuto qualche problemino muscolare ma adesso sta trovando continuità. Cosa voglio dalla squadra? Dobbiamo restare compatti e corti in ogni situazione, difensiva o offensiva.

Non aver giocato contro la Samp è un vantaggio? Sicuramente giocando daremo una risposta ben definita, e' un vantaggio per aver avuto piu' tempo per preparare la sfida con l'Atletico. "Molti giocatori dell'Atletico pero' hanno riposato contro il Valencia".

Per Di Francesco: Ha studiato come mettere in difficoltà l'Atletico? Vogliamo sfruttare al meglio i loro punti deboli. Dal punto di vista dello stare in partita e dell'equilibrio, dovremo essere al loro pari. Contro questa squadra abbiamo bisogno di giocatori caratteriali.

Sull'idea di gioco che vuole imprimere alla Roma e su Hector Moreno. Dobbiamo fare una bella partita. "Dobbiamo rimanere sempre in partita ed essere bravi a portare dalla nostra parte gli episodi". "Possiamo giocare contro grandi avversari, per noi è fantastico".

Irma: bilancio sale a 13 vittime, paura a Miami
Seppure i venti dovrebbero per allora essersi indeboliti - ha spiegato il governatore Roy Cooper - non si escludono danni elevati. Nei paesi caraibici incontrati Irma ha già lasciato dietro di sé miliardi di dollari di danni e almeno 21 morti .

Per Strootman: cosa significa per voi tornare in Champions?

"Giocare la Champions è molto importante per noi". La sconfitta al preliminare lo scorso anno ci ha fatto male. "Tutti dicono che abbiamo un centrocampo forte, ma noi dobbiamo dimostrarlo in ogni partita".

"E' una domanda difficile. Le scelte? Le tengo per me". Stare fuori due anni è tanto, forse è cambiato qualcosa. Cosa colpisce di più? Mi sento bene fisicamente. "Mi manca qualcosa ancora perché sbaglio delle cose facili quando sono stanco ma per le altre cose ci risentiamo domani".

In estate hai pensato di lasciare la Roma?

Vi sentite più forti dell'anno scorso?

Due prime volte in un colpo solo. Sono andati via giocatori forti, così come ne sono arrivati.

Share