Roma, revisori bocciano bilancio 2016 del Campidoglio. Lemmetti: "Oref fa politica"

Share

"Noi riteniamo che il Bilancio consolidato sia costruito in maniera corretta, grazie a un grande lavoro svolto dalla ragioneria comunale, e fotografi in modo veritiero la situazione economica-finanziaria di Roma Capitale e delle sue partecipate".

Dal Pd arriva il commento di Lorenza Bonaccorsi: "I revisori del Comune di Roma confermano che, oltre a essere incapaci e arroganti, i Cinque stelle sono anche mentitori seriali".

A giudizio del Campidoglio, infatti, "alcune delle osservazioni e criticità presenti nella relazione dell'Oref sono state affrontate e risolte sia nella documentazione a corredo della proposta deliberativa, sia in sede di incontri avuti con l'organismo stesso".

L'Oref, organismo di revisione contabile del Campidoglio, ha dato parere negativo al bilancio consolidato del Campidoglio, che oggi nel pomeriggio sarà discusso nel corso dell'assemblea capitolina.

E invita il Campidoglio ad "adottare i provvedimenti di competenza potenziando le strutture preposte al controllo e alla verifica dei rapporti con le società partecipate".

Cassazione, uccise il figlio ma era adottivo: niente ergastolo
Sull'imputato, in carcere, pende anche l'accusa di tentato omicidio della moglie Elisaveta , sua coetanea e connazionale. Il ragazzo era stato formalmente adottato dalla coppia in Moldavia.

"La nostra amministrazione approverà il Bilancio consolidato 2016 di Roma Capitale. Non ci faremo fermare", si sfoga su Fb il neo assessore al bilancio Gianni Lemmetti, il commercialista di Pietrasanta, terzo nominato dalla Raggi in poco più di un anno.

"Ancora una volta, dunque, l'organo di revisione utilizza la valutazione di un documento contabile del Comune per ritagliarsi uno scampolo di protagonismo che esula dal suo ruolo istituzionale - aggiunge - Così come esula dai compiti dei revisori rilasciare interviste ai giornali su temi sensibili dell'amministrazione, cercando di dettare la linea sulle politiche di bilancio in spregio delle regole deontologiche della professione di revisore contabile".

Il m5s romano era intenzionato ad approvare il bilancio entro domani, ma il parere dell'Oref gli ha rotto le uova nel paniere.

La reazione dell'amministrazione pentastellata è questa: "l'Oref fa politica". Una situazione che, tra l'altro, ereditiamo da un passato fatto di debiti e ruberie. "Altrimenti devono attenersi alla loro funzione e lasciare ai portavoce dei romani, legittimamente eletti, il compito di compiere le scelte per il futuro della Capitale" continua.

Intanto piovono attacchi dal Movimento 5 Stelle nei confronti dell'Oref.

Share