Roma, tensioni tra militanti di sinistra e Casapound: un ferito

Share

Dopo alcune tensioni tra rappresentanti dei movimenti e militanti di Casapound è saltato il consiglio straordinario del IV municipio sul centro di accoglienza a Tiburtino III dove un migrante alcune settimane fa è stato ferito. Per garantire il regolare svolgimento del consiglio, sono stati predisposti adeguati servizi.

Lazio, Inzaghi: "Attenti al Vitesse"
Ha vinto una coppa nazionale, conosciamo il calcio olandese, abbiamo de Vrij , avevamo Hoedt e Kishna, ci sono giocatori validi. Dovremo fare del nostro meglio a partire da domani.

Un cordone di polizia presidiava l'accesso principale del centro anziani di via del Badile, ma i gruppi antifascisti sono riusciti a entrare da un altro ingresso. "Sono in corso trattative di mediazione - conclude la Questura - al fine di evitare interventi con la forza". Gli antifascisti sono stati condotti dalle Forze dell'ordine in una struttura in Largo Bojano, mentre i militanti di estrema destra sono rimasti all'interno del centro anziani. Lo scontro ha visto opposte le fazioni di Casapound e gli antifascisti del Tiburtino III. Antonini, per inciso, è stato il promotore del Consiglio Straordinario. Intanto il consiglio straordinario è stato sospeso. "Ringraziamo le forze dell'ordine per l'impegno profuso che ha garantito la sicurezza dei cittadini" - ha dichiarato il delegato alla Sicurezza Marco Cardilli. Nel quartiere Tiburtino III, dove impazza la polemica tra immigrati e residenti, si registrano altre tensioni.

Share