Salernitana-Ternana 3-3: botta e risposta tra granata e umbri

Share

La prima in casa del nuovo campionato granata si è conclusa con tre reti per parte, grazie anche ad una Ternana giunta all'Arechi con la voglia e l'attitudine giusta per tentare il colpaccio.

Reti: 23' pt Tremolada (T); 25' pt, 3' st Bocalon (S); 30' pt Albadoro (T); 13' st ag. Nelgi ultimi dieci minuti la Salernitana ha cercato di segnare il terzo gol e invece poi solo una punizione di Vitale che si infrange sulla bandiera. Tiro al volo di Sprocati e deviazione ravvicianata di Bocalon che sfugge alla marcatura di Marino e Gasparetto. Gran gol dell'attaccante veneziano, che sradica la palla a Gasparetto e indovina un destro imprendibile da lontano. La Ternana però si riporta in vantaggio al 31′. Al 59' Tremolada abbandona il campo dopo una grande prestazione, entra al suo posto Vitiello alla 254^ presenza in Serie B. Calcio di rigore per la Salernitana al 78': Paolucci tocca la palla con l'avambraccio in area di rigore. Sugli sviluppi del corner tocco di mano di Paolucci e penalty per la Salernitana: dal dischetto va Vitale che come l'anno scorso sigla il gol dell'ex. Percussione di Tiscione che taglia in due la difesa della Salernitana. Ci prova Sprocati a riportare il risultato in parità ma il tiro dell'ex Pro Vercelli termina sull'esterno della rete.

Salernitana (4-3-3) - Radunović 6; Pucino 5, Tuia 5,5, Bernardini 5, Vitale 6,5; Minala 6, Della Rocca 6 (62′ Odjer sv), Ricci 6; Sprocati 6,5, Bocalon 7,5 (81′ Rodríguez sv), Gatto 5,5 (46′ Rossi 6,5). La Salernitana sfrutta l'onda lunga del pari e manca il vantaggio con Sprocati prima e Rossi poi. La Salernitana spinge ancora e al 30′ Sprocati sfiora l'eurogol con una conclusione a giro dai 25 metri che Bleve devia sulla traversa. Davanti c'è Albadoro con alle spalle tutta la qualità a disposizione dell'allenatore, ovvero: Tremolada, Tiscione e Finotto.

Germania e Duello tra la Merkel e Schulz, Elezioni alle Porte
Ma Schulz ha accusato l'alleata di aver agito da sola, senza coinvolgere gli altri leader europei. Merkel ha tenuto un atteggiamento molto più sfumato: " Non vedo una soluzione senza gli Usa ".

Fischio d'inizio alle 20.30 affidato al signor Ros di Pordenone. I rossoverdi ripartono così a testa bassa, manovrano bene, concludono meno bene ma quando hanno l'occasione di andare più a fondo con la lama lo fanno.

Bernardini 5,5 - Fisicamente si fa rispettare, anche sembra leggermente in ritardo sulla gestione del fuorigioco.

A chi gli ha fatto notare dei sei gol subiti in due partite tra campionato e coppa, Bollini ha mostrato serenità affermando di "non essere preoccupato perchè parliamo di errori che possono capitare ed è inutile colpevolizzare i singoli reparti". A disp: Adamonis, Perico, Mantovani, Asmah, Odjer, Signorelli, Zito, Kadi, Alex, Iliadis. In panchina: Sala, Bordin, Angiulli, Capitani, Franchini, Candellone, Taurino, Carretta, Montalto.

Share