Sarri e progetta un Napoli inedito: "Forse Milik con Mertens"

Share

Queste le prime parole di Maurizio Sarri - lo Shakhtar ha forza e qualità, hanno i mezzi per metterci in difficoltà. È mancata però una spiegazione. A modo suo. Diretto. Il City è la squadra sopra a tutti, le altre tre se la giocheranno alla pari. Vedremo se domani cambieremo le maglie e può essere che cambieremo anche qualche interprete. Ecco le sue parole: "Silenzio stampa?".

"Ma non conta parlare di me, ciò che è importante è che la squadrasi esprima con la giusta mentalità per riuscire a centrare un bel risultato". Perché viene sostituito sempre?

Non è contento Martin Petras. "C'è da pensare partita per partita ed essere concentrati su quello". Ieri ha alzato i toni, probabilmente ha voluto far arrivare il concetto alle orecchie dello stesso capitano e soprattutto del suo entourage. "Quando un giocatore non sta dando il meglio, io lo supporto ancora di più facendolo giocare".

È stata una mezza novità la sua risposta alla domanda su Raiola.

Juncker: "L'Italia ha salvato l'onore dell'Ue sui migranti"
L'uscita della Gran Bretagna è un "momento triste e tragico" , ha detto il presidente della Commissione al Parlamento Ue. In Romania e in Italia dovrebbero avere accesso alle vaccinazioni senza se e senza ma.

- Le difficoltà sono anche dal punto di vista atletico? E' il terzo anno che giochiamo così, non penso si stiano adattando gli altri. Precisazione inutile (ai tifosi non fregava nulla, i giornalisti sanno che il silenzio stampa non vale quando si è con le nazionali) e ridicola. "Non so quando riposerà Insigne, se domani o in futuro". "Petras ha infatti dichiarato a Radio Crc: "(Hamsik) ha finito la scorsa stagione con dei problemi fisici, poi ha fatto una pausa per riposarsi ed ora la stagione è appena iniziata. Il tecnico toscano ha richiesto più volte l'aumento e gli apprezzamenti esteri non aiutano il Napoli. È una partita tosta quella di stasera. Se ne può discutere ma è il Sarri pensiero. Pensiamo al salvataggio di Maggio contro l'Atalanta e alle parate di Reina a Bologna.

C'è soltanto un aspetto che Sarri non ha chiarito. Quindi, visto che non è un problema fisico, visto che non è una scelta quelle di aspettare l'avversario per poi colpirlo, visto che esclude - perché lo ha escluso - che gli avversari abbiano capito qualcosa del gioco del Napoli che prima non avessero capito.

Già perché il primo pensiero di Sarri e del Napoli è sicuramente la sfida contro lo Shakhtar. Una linea che, naturalmente, va a tutto svantaggio dei tifosi partenopei.

Share