Sarri e tifosi vogliono Hamsik al dischetto, Mertens ignora tutti e batte

Share

"La vittoria di oggi è importante, la squadra ha risposto con grande determinazione alle ultime prestazioni che non erano state all'altezza. Milik è il centravanti fisico che più si adatta al nostro gioco. Giusto sfamare Mertens che è un animale affamato, questo gli dà più benzina". Quasi sicuri dell'impiego dal primo minuto anche Jorginho ed Allan, la cui assenza ha condizionato la gara di Champions. L'obiettivo deve essere giocare così, non è che si può pensare ancora più avanti, intanto pensiamo alla prossima gara.

Il mondo non accetterà mai una Corea del Nord armata di nucleare
Bloccate le importazioni di tessili dalla Corea del Nord e contingentate le esportazioni di petrolio e gas . Un missile del genere ha finito la sua traiettoria, lo scorso febbraio, nelle acque del mar del Giappone .

Marco Baroni ha analizzato il KO del San Paolo ai microfoni di Premium Sport: "Era una partita complicata, c'era troppo Napoli in campo e troppo presto sono arrivati i gol". Mertens è diverso per caratteristiche dagli altri bomber ma a livello di realizzazioni è molto vicino ai più grandi attaccanti del mondo. Un po' quello che abbiamo fatto contro il Benfica fuori casa lo scorso anno. Hamsik? Mi è sembrato in ripresa oggi. Il rigore volevamo farlo tirare a lui, anche perché ricordavo che mancasse un solo goal per raggiungere il record di Maradona. Il pubblico gli ha tributato un lungo applauso e ha sperato che potesse calciare almeno uno dei due rigori concessi nel finale (entrambi trasformati da Mertens). Mai avuta l'intenzione di cederlo anche se fosse rimasto Higuain. Napoli? Da qualche mese a questa parte la sensazione è che la convinzione e la consapevolezza della squadra siano cresciute e ce l'ho anche io. Anche quando entrava dalla panchina e spaccava le partite. Campionato italiano poco competitivo?

Share