Si rifiuta di rilasciare un certificato, medico aggredito a Ferrandina

Share

Un fatto che risale a venerdì 1 settembre e che è accaduto a Ferrandina. Secondo quanto emerso Leonardo Trentadue, questo il nome del 67enne medico lucano, si sarebbe rifiutato di omettere l'esistenza di alcune patologie del paziente che, presumibilmente, avrebbero reso impossibile ottenere il rinnovo.

Il medico si è rifiutato di rilasciargli un certificato falso, allora lo picchia fratturandogli il femore. La prognosi è di quaranta giorni e il medico di base è ora ricoverato in ospedale in attesa di essere sottoposto a un intervento chirurgico; l'aggressore è stato denunciato dai carabinieri con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravissime.

Cosa aspettarsi dall'evento Apple del 12 settembre
Sempre secondo i ben informati, sembra che sia in ballo anche una sorta di riesumazione del modello SE , ovviamente aggiornato. Inoltre, lo schermo sarà contraddistinto da bordi sottilissimi , con scocca che con molte probabilità sarà in alluminio.

La Federazione denuncia oltre alle "aggressioni che vedono vittime i colleghi di Guardia Medica - sottolinea la Fimmg Matera - privati della minima indennità relativa a tale rischio per le "osservazioni" della Corte dei Conti e i successivi provvedimenti "cautelativi" della Regione", anche quelle "verso i medici di famiglia".

"La certificazione corretta di quanto direttamente constatato o a conoscenza del medico è un atto che, oltre a costituire un obbligo deontologico, si pone anche a tutela della sicurezza di tutti i cittadini", ha commentato Campanaro nella nota diffusa per dare conto di questa spiacevole vicenda. "Crediamo - dice il segretario provinciale Campanaro - che tale episodio sia sintomatico della scarsa considerazione e rispetto verso la professione medica ormai schiacciata tra burocrazia e malcostume".

Share