Slitta lo Ius soli: a settembre non è in calendario al Senato

Share

Per tutto il mese di settembre il disegno di legge sullo ius soli, già approvato alla Camera, non compare nel calendario dei lavori dell'Aula del Senato. E chissà e se e quando rientrerà tra le priorità di Palazzo Madama, visto l'annuncio del capogruppo del Pd Luigi Zanda al termine della conferenza dei capogruppo: "Lo Ius soli in passato è stato calendarizzato su nostra richiesta ma le leggi per essere approvate hanno bisogno di una maggioranza e in questo momento la maggioranza non c'è". Il Pd ha rinunciato allo Ius Soli, Zanda in capigruppo ha ammesso che al Senato non hanno i numeri per approvarla. "Io- prosegue- confido che il lavoro politico che si puo' fare nei prossimi giorni e nelle prossima settimane possa portarci a una soluzione positiva del problema".

CENTINAIO: "PERICOLO SCAMPATO". Esulta anche Gian Marco Centinaio, capogruppo del Carroccio al Senato: "Vittoria della Lega, abbiamo affossato la legge sulla cittadinanza". "Per fortuna lo ius soli è sparito dai radar dell'agenda parlamentare. Ma questo significa che non lo si affronterà mai, perché non solo sullo ius soli non c'è una maggioranza nel Paese, ma non c'è neppure una maggioranza in un parlamento di transfughi", ha detto il vice presidente di Palazzo Madama, Roberto Calderoli. Su quella legge non c'è consenso in Senato come non c'è nel Paese: "la maggioranza degli italiani non vuole la riforma della cittadinanza sostenuta dalla sinistra", si legge in una nota il senatore di Fi, Andrea Mandelli.

Tragedia alla Solfatara, famiglia cade nel cratere: tre morti
Proprio a Pozzuoli , infatti, nella notte tra il 10 e l'11 settembre sono caduti chicchi di grandine grossi come pietre . Aggiunge Vitagliano. "Sono davvero sotto choc, una fine terribile per quella che doveva essere una gita tranquilla".

Quello che arriva dal Pd, secondo il Movimento 5 Stelle è un segnale importante: "Zanda ha detto in modo molto chiaro che il Pd non chiede che lo Ius soli sia in calendario perché non c'è una maggioranza".

Share