Taglio del 30% a Bruno Vespa: la Rai si rinnova così

Share

Il dg Rai Mario Orfeo ha inoltre comunicato al cda che il compenso di Bruno Vespa per Porta a Porta sarà ridotto di oltre il 30%: da 1 milione 930 mila euro a 1 milione 200 mila per 120 serate, come lo scorso anno.

Quindi, uno (facciamo ad esempio il telespettatore che paga obbligatoriamente il canone in bolletta, per vederci anche dentro casa, e non solo la tv) si aspetterebbe quanto meno un congelamento dell'accordo con Fabio Fazio. Un Consiglio di Amministrazione impegnativo, dunque, che ha dovuto fare i conti anche con le richieste dell'Autorità Nazionale Anticorruzione che ha aperto un'istruttoria chiedendo i documenti relativi il contratto con Fazio, i relativi corrispettivi economici, le variazioni rispetto al precedente contratto, la valutazione del ritorno economico, le spese di produzione e le specifiche del contratto con Officina. Il cda di Viale Mazzini ha dato il via libera all'unanimità al contratto con la società di produzione L'Officina che produrrà il programma di Fabio Fazio, in onda da domenica 24 settembre su Raiuno.

Il Papa in Colombia: primo incontro con Santos
Si tratta del ventesimo viaggio all'estero del Papa argentino dall'inizio del suo pontificato e il quinto nell'America Latina . Bergoglio è il terzo Papa a recarsi nel Paese sudamericano dopo Paolo VI nel 1968 e Giovanni Paolo II nel 1986.

"In previsione del rinnovo del mio contratto con la Rai, avevo manifestato la mia disponibilità a una riduzione del 30 per cento del compenso percepito nell'ultimo triennio (1.800.000 euro all'anno) - ha spiegato Vespa -".

Negli anni il compenso di Vespa aveva raggiunto il milione e 930mila euro. Passi avanti anche verso la soluzione del caso di Milena Gabanelli, che potrebbe passare alla condirezione di Rainews con delega allo sviluppo del web e del data journalism.

Share