Vaccini, le indicazioni per le scuole

Share

Una questione che ha creato allarme sociale anche se a Lucca si è scelto la linea morbida e nessuno bimbo rischia di essere escluso da scuola. Non sarà un rientro come gli altri: quest'anno famiglie e insegnanti si trovano a dover fare i conti con la normativa sull'obbligo vaccinale. E se da una parte c'è una minoranza di genitori che nutre dubbi e diffidenza verso i vaccini, dall'altra parte basta che si verifichino eventi tragici perché scatti la psicosi. Responsabili del rispetto dell'obbligo sono i genitori, oppure i tutori o gli adulti che hanno in affidamento il minore.

In caso di autocertificazione, è confermato che la documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni dovrà comunque essere prodotta entro il 10 marzo 2018.

I vaccini hanno gravi effetti collaterali: non è vero - I vaccini sono i farmaci più sicuri che abbiamo, l'incidenza di gravi effetti collaterali è minima (meno di un caso su un milione) e hanno un rapporto rischio-beneficio estremamente favorevole nel momento in cui paragoniamo i potenziali danni da vaccino (quasi inesistenti) con le gravissime conseguenze che possono avere le malattie dalle quali la vaccinazione protegge in maniera estremamente efficace. Dopo la tappa nella seconda circoscrizione, l'ambulatorio itinerante delle vaccinazioni sarà mercoledì 13 settembre in via Fileti angolo via Ammiragli Rizzo (VIII Circoscrizione); venerdì 15 settembre in via Monte San Calogero 31 (area parcheggio della VI circoscrizione); lunedì 18 settembre in via Oreto 406 (III Circoscrizione); mercoledì 20 settembre Piazza Giulio Cesare 52 (area parcheggio I Circoscrizione); venerdì 22 settembre Largo Ispica (V Circoscrizione); lunedì 25 settembre Piazza Maria SS Consolatrice-Oratorio Chiesa Parrocchiale (VII Circoscrizione); mercoledì 27 settembre viale Regione Siciliana 95 (area parcheggio IV Circoscrizione).

Nantes, Ranieri: "Montella? Vogliamo tutto e subito, serve tempo. Napoli da Scudetto"
Se fosse per noi, avremmo da ridire su ogni cosa, possiamo trovare una falla in ogni cosa e lamentarci di qualcosa che non va, non ci sta bene nulla.

Per quanto riguarda gli under 6 che frequentano nidi e materne l'Asl spiega che se i bambini "sono già vaccinati, le famiglie non devono assolvere alcun obbligo: le Asl controllano gli elenchi ricevuti dalle scuole e certificano la posizione dei bambini".

Obbligo vaccinale, moratorie, dietrofront. Chi avrà prenotato le vaccinazioni presso le ASL potrà presentare anche una semplice autocertificazione con modulo scaricabile online. "È importante che i cittadini siano correttamente informati, perché non possiamo permettere che nel 2017 ci siano cittadini in fila alle 5 di mattina fuori dalle Asl per paura che non possano iscrivere il proprio figlio a scuola".

Intanto, la scuola dell'Emilia-Romagna si 'attrezza' per gestire i casi di alunni non vaccinati e quindi impossibilitati a seguire le lezioni ma che provano a entrare lo stesso in classe. La legge dice che la regione deve assicurare "l'offerta attiva e gratuita" dell'antimeningococcica B e C, dell'antipneumococcica e dell'anto-rotavirus. Le persone quindi sono ancor più disorientate, non sanno di chi fidarsi. Tra i 10mila non in regola ci sono i figli dei No Vax, ossia i genitori che non vogliono neppure sentir parlare di vaccini (una minoranza) e i figli di chi per ragioni varie non hanno avuto tutte le somministrazioni di vaccini e chi, poi, non può essere vaccinato per motivi di salute.

Share