Vertice Ue. Per Gentiloni serve scatto dall'Unione sui migranti

Share

Oggi è il momento che le diverse politiche europee si diano uno scatto di ambizione", ha detto il premier Paolo Gentiloni a Tallinn, ricordando che "è stato dato incarico a Tusk di riassumere, se si vuole, le diverse proposte emerse, quelle francesi, di altri Paesi e del presidente Juncker: "sono convinto che si possa arrivare a passi avanti". "Non possiamo accettare l'idea che il diritto di stabilimento delle imprese, per quanto riguarda i giganti e le piattaforme del web sia concepito come nell'era delle imprese che avevano fabbriche e lavoratori", ha spiegato Gentiloni. "Quindi c'è una proposta della Commissione, dobbiamo andare avanti ma i singoli paesi devono lavorare in coordinamento tra di loro anche con la cooperazione rafforzata".

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a margine del vertice europeo di Tallinn, affronta poi tutte le questioni sul tappeto."Gestioni dei flussi migratori, sicurezza, rapporti con l'Africa e investimenti nel continente". Al giorno d'oggi, "ci sono piattaforme che ci semplificano la vita e a cui non vogliamo rinunciare per niente al mondo che, tuttavia, hanno volumi di affari strepitosi nei nostri Paesi e magari pochi dipendenti". Poi il premier ha aggiunto: "L'incontro che abbiamo avuto a Lione con Macron e questa mattina (venerdì) con Merkel ci dicono che Francia, Germania e Italia cercano di lavorare insieme per cercare di contribuire a dare dei binari" alle discussione "ambiziosa" in corso nel dibattito europeo. Il formato sarà insolito: diversamente dalle precedenti analoghe occasioni e' infatti presente anche la premier britannica Theresa May, e questo escluderà il tema "Brexit" dalla discussione. "Mi auguro che il governo che sarà costituito in Germania contribuisca a questa spinta necessaria per politiche di espansione e crescita".

Calcio, Spagna: Reina e novità Callejon convocati per Albania e Israele
Veniamo da una gara di Champions ma giocheremo come al solito per portare a casa tre punti molto importanti. Milik? Sono davvero dispiaciuto per lui. "E' lungo e dobbiamo restare in alto lavorando tutti al 100%".

La proposta della Commissione è comunque tecnicamente ancora in via di definizione.

Share