Barcellona: oltre un milione di unionisti manifestano contro l'indipendenza

Share

La polizia urbana in un tweet, però, parla di 300mila manifestanti. Sabato sera un centinaia di veicoli si sono diretti al porto di Barcellona per manifestare la solidarietà portando doni agli agenti della polizia spagnola e della Guardia Civil costretti a vivere su due navi da crociera attraccate al porto da quando è iniziata la crisi, alla vigilia del referendum sulla secessione catalana del primo ottobre. Junqueras si è firmato "il vice presidente del governo della Catalogna". "In una dichiarazione istituzionale Puigdmeont ha invitato oggi all'opposizione democratica all'applicazione dell'articolo 155" della Costituzione spagnola, che ha definito una "aggressione premeditata alla volontà espressa dai catalani". Ieri l'esecutivo spagnolo ha inoltre sciolto il parlamento della autonomia catalana, convocato elezioni per il rinnovo di questa assemblea per il 21 dicembre e licenziato oltre 150 alti funzionari catalani.

Salvini: tutti allineati su decisione simbolo senza "nord"
Seppure può sembrare un gioco di parole si tratta di un fatto politico molto importante che è stato annunciato poco fa dal suo leader Matteo Salvini.

"In democrazia sono i parlamenti che eleggono o destituiscono i presidenti, ha detto il presidente catalano destituito ieri da Madrid". 155 della Costituzione. La vice Premier, Soraya Saenz de Santamaria, ha assunto le funzioni e i poteri del vice Presidente catalano al posto del numero due del governo locale, Oriol Junqueras. Barcellona si prepara alla marcia anti-indipendenza di oggi sotto lo slogan "Siamo tutti Catalogna!". La manifestazione inizia a mezzogiorno a poca distanza da dove venerdì in decine di migliaia hanno festeggiato la nuova "repubblica" tra canti, vino e fuochi d'artificio. A Madrid varie migliaia di persone si sono raccolte in Plaza Colon, sventolando la bandiera spagnola tra gli altoparlanti dai quali uscivano la note della canzone "Y viva Espana". Sulla stessa linea il ministro degli Affari Esteri, Angelino Alfano: "L'Italia non riconosce e non riconoscerà la dichiarazione unilaterale di indipendenza proclamata oggi dal Parlamento regionale della Catalogna". Più tardi il Real Madrid affronterà la squadra di calcio del Girona, di cui è tifoso Puigdemont, in casa dei catalani.

Share