Bologna, usano il pranzo con Papa Francesco come scusa per evadere

Share

Due detenuti nella casa di reclusione a custodia attenuata di Castelfranco Emilia, in provincia di Modena, hanno approfittato della visita di Papa Francesco a Bologna per non rientrare nella struttura.

Due detenuti scelti per pranzare con Papa Francesco all'interno (sic) della Basilica di San Petronio a Bologna devono aver compreso male il messaggio "la verità vi renderà liberi". Fatto sta che i due si siano allontanati senza fare ritorno nella struttura dove erano internati proprio lo scorso primo ottobre, giornata della storica visita di Bergoglio in Emilia Romagna. I due uomini, italiani, facevano parte di una comitiva di venti persone che proveniva dal carcere di Castelfranco Emilia e che veniva accompagnata da alcuni volontari della parrocchia. Dunque non sono bastati lo sguardo, il sorriso e le attenzioni che Francesco ha rivolto loro, se poi i due, finito il pasto, si sono dileguati dalla basilica facendo perdere le proprie tracce.

Fmi alza il Pil ma occhio a Npl
Il Fondo Monetario Internazionale alza le stime sul PIL Italiano , ma conferma l'allert sugli Npl in pancia alle banche. Si tratta di una revisione al rialzo di 0,1 punti in entrambe le stime aggiornate.

Quando saranno rintracciati, i fuggitivi dovranno ricominciare a scontare la pena accessoria loro inflitta, ripartendo dall'inizio nel loro percorso di reinserimento.

Share