Haribo, gli orsetti gommosi sarebbero prodotti con metodi schiavisti

Share

Sono gli orsetti della Haribo, una delle tante caramelle gommose prodotte dall'azienda tedesca.

Secondo i produttori del documentario "The Haribo Check" l'azienda non solo impiegherebbe fornitori che in Brasile sfruttano i lavoratori, ma in Germania farebbe affidamento su allevamenti in cui gli animali sono tenuti in condizioni pessime.

Negli ultimi tempi è emerso che l'industria della lavorazione della cera carnauba non rispetta i diritti dei lavoratori così come afferma un funzionario brasiliano del ministero del Lavoro che ha rivelato condizioni di schiavitù dei lavoratori trattati peggio degli animali. La società Haribo ha avviato le indagini perché non poteva restare in silenzio davanti a queste accuse.

Stop alla cosca di Bagheria: 16 arresti
Aveva finito di scontare il suo debito con la giustizia, ma puntava già a riorganizzare Cosa nostra. Per questo aveva deciso di ucciderla e aveva affidato l'incarico al figlio.

La casa di produzione di caramelle più famosa al mondo, la Haribo, è stata messa sotto accusa per le condizioni di semi schiavitù dei suoi dipendenti in Brasile, i quali lavorano alla raccolta di cera di carnauba. Gli operai, inoltre, come detto non avrebbero nemmeno accesso ai bagni e sarebbero costretti a bere acqua non filtrata direttamente dai fiumi. Tra di loro vi sarebbero anche dei minorenni. La multinazionale tedesca ha promesso un'indagine: "Siamo la compagnia che vuole portare gioia ai bambini e agli adulti", scrive in una nota. Sul caso è intervenuto subito il ramo tedesco di Amnesty International che ha sostenuto che la vigilanza sull'operato delle aziende partner spetta alle imprese tedesche: sono loro che devono controllare che non si commettano, o si contribuisca a perpetrare violazioni, dei diritti umani "Se ci sono abusi dei diritti umani, devono subito adottare soluzioni e prevedere indennizzi", ha commentato a Deutsche Welle Amnesty Germania sottolineando come in paesi come la Francia, ad esempio, sono state elaborate leggi che obbligano le aziende a sorvegliare lungo tutta la loro catena di produzione. La gelatina, infatti, viene si ottiene utilizzando le parti povere del maiale, come la cotenna, zampe, testa, coda, lingua ed orecchie.

La carnauba è un prodotto naturale ricavato dalle foglie di alcune palme, assai diffuse in Brasile: le foglie si raccolgono quando sono ancora chiuse, vengono battute per sciogliere la cera, che viene lavorata e poi sbiancata. Per questo Haribo ha deciso di aprire un'inchiesta per fare totale luce sulla faccenda ed ha informato di voler tenere i consumatori informati costantemente sugli ulteriori sviluppi.

Share