Inchiesta sulla trattativa Stato - mafia: spuntano i nomi di Berlusconi e Dell'Utri

Share

Un'intercettazione contestata dai legali di Silvio Berlusconi: "Graviano non dice Berlusconi, ma bravissimo", sostiene il legale di Dell'Utri, Giuseppe Di Peri, e i suoi esperti sostengono questa versione.

Il procuratore di Firenze Giuseppe Creazzo avrebbe già delegato lo svolgimento di nuovi accertamenti e verifiche alla Direzione investigativa antimafia. La Procura vuole fare chiarezza sulla parole proferite a un amico dal boss Giuseppe Graviano, nel corso del processo, a Palermo, sulla trattativa Stato-Mafia.

I nomi dell'ex premier e dell'ex senatore Dell'Utri, anche di lui (in carcere per concorso esterno in associazione mafiosa) parlerebbe Graviano nelle intercettazioni, sono stati iscritti con intestazioni che dovrebbero coprirne l'identità, come nelle precedenti inchieste sui presunti mandanti nascosti delle stragi.

Auditel 'Uomini e Donne': Trono classico in caduta libera
Il ragazzo ha confessato al tronista di essere molto preso da lui e lo ha invitato ad affrettare i tempi della scelta. La richiesta del corteggiatore ha però destato dei sospetti in Mario Serpa che, come vedremo, avrà qualcosa da dire.

"Lui voleva scendere, però in quel periodo c'erano i vecchi - ha affermato Graviano - lui mi ha detto: ci vorrebbe una bella cosa". 30 anni fa, 25 anni fa, mi sono seduto con te, giusto? Ti ho portato benessere, 24 anni fa mi è successa una disgrazia, tu cominci a pugnalarmi... Il legale di Berlusconi, l'avvocato Niccolò Ghedini, ha replicato immediatamente parlando di "illazioni e notizie infamanti prima del voto, non avendo mai avuto alcun contatto il presidente Berlusconi, né diretto né indiretto, con il signor Graviano". In particolare, la Procura di Firenze ha ottenuto la possibilità di riaprire il fascicolo che era stato chiuso nel 2011. Firenze ha riaperto, Caltanissetta sta valutando. Nelle mani dei pm ci sono tantissime intercettazioni.

In Sicilia mancano solo 5 giorni alle elezioni per scegliere il nuovo Presidente della Regione e il candidato del centrodestra, Nello Musumeci, è in vantaggio in tutti i sondaggi. Graviano era stato anche convocato per fornire spiegazioni riguardo a quella chiacchierata con Adinolfi ma aveva preferito avvalersi della facoltà di non rispondere. E se fosse veramente Berlusconi, che tipo di favori avrebbe ricevuto da Graviano? Il boss si sarebbe aspettato un aiuto dal leader di Forza Italia nel momento del bisogno.

Share