Invitalia, otto arresti per corruzione

Share

La grave accusa è quella di associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata e alla corruzione per il conseguimento di finanziamenti pubblici. Tra gli arrestati spicca il nome dell'ex consigliere comunale Ignazio Cozzoli Poli.

Gli otto, come detto, dovranno rispondere di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una molteplicità di truffe aggravate per il conseguimento di erogazioni pubbliche, corruzioni per atti contrari ai doveri d'ufficio, rivelazioni ed utilizzazioni di segreti d'ufficio. Oltre a loro sono stati arrestati Riccardo Solfanelli, già capo di gabinetto di Sveva Belviso, vicesindaca nella giunta di Gianni Alemanno, Emanuele Rigantè, Massimiliano Portaleone, Filippo Marullo e Silvia Pronti. Luigi Napoli è anche indagato per accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico con l'aggravante di rivestire la qualifica di pubblico ufficiale.

Grande Fratello Vip 2017, Gianluca Impastato verrà squalificato? Ecco cosa è accaduto
Gianluca Impastato come Marco Predolin: la bestemmia del comico milanese - Dopo Marco Predolin ad essere espulso dalla casa del Grande Fratello Vip potrebbe essere Gianluca Impastato .

Le indagini, spiega la Polizia di Stato, hanno consentito di "provare l'esistenza di un gruppo criminale, costituitosi al fine di ottenere illecitamente finanziamenti pubblici attraverso la presentazione di richieste di finanziamento create ad hoc, stilate sulla base di indicazioni ricevute grazie alla corruzione di Napoli". Inoltre, la Mobile e lo Sco, stanno eseguendo numerose perquisizioni, tra le quali nella sede di Invitalia e lo studio legale dell'avvocato Francesco Capoccia. L'effettuamento delle perquisizioni ha consentito l'acquisizione di ulteriori prove per incriminare gli otto indagati. Eletto nella lista Marchini e poi passato al gruppo misto, Cozzoli è decaduto nel marzo scorso dopo il riconteggio delle schede che ha assegnato il seggio al Pd.

Per i pm Simona Marazza e Alberto Pioletti, coordinati dall'aggiunto Paolo Ielo, Cozzoli, con l'appoggio dell'avvocato Francesco Capoccia, avrebbe individuato le teste di legno a cui intestare i progetti, dal ristorante al centro estetico fino al maneggio.

Share