Monchi: "Noi siamo la Roma, non firmo per il pareggio"

Share

La vittoria è mancata solo per un soffio. Il direttore sportivo della Roma infatti lavora molto sul calciomercato dei giovani, sempre pronto a prendere giocatori nuovi che possano fare la differenza giocando con continuità o magari in prestito in altre squadre prima di arrivare alla Roma. Pensa soltanto a fare bene con la casacca giallorossa. Staremo a vedere come continuerà una stagione dove Edin Dzeko vuole migliorare ancora quanto di già buono fatto un anno fa qunado vinse la classifica dei marcatori. Ai microfoni di Onda Cero, il dirigente ha espresso il proprio rammarico: "Non sono contento del risultato, avremmo meritato di vincere, ma sono sicuramente contento per la mentalità della squadra".

Grande Fratello Vip 2: Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser sempre più vicini
Per fortuna ora sta bene, ma lo spavento è stato grosso e pare che gli autori fossero già pronti ad allertare i sanitari. L'argentino ha così consigliato la sorella e Ignazio di non esagerare con le loro effusioni mandando in crisi entrambi.

Sì assolutamente, quando abbiamo vinto a Qarabag ci è arrivata qualche critica perché il risultato era stretto. Buonissimo, dimostra che non è facile vincere in Champions League. "Il Chelsea ha una squadra con molti giocatori buoni". Dobbiamo essere soddisfatti di come sta andando il girone, ma è complicato. Roma e City sono pronte a sfidarsi per accaparrarsi il giocatore, chi la spunterà? "Pensavo che l'Atletico avrebbe vinto, però essendo stato lì sapevo che non sarebbe stato facile". Il 31 giocheremo una gara molto difficile a Roma contro il Chelsea, poi andremo a Madrid. Rudiger? Trattativa normale, aveva un profondo interesse di Conte e della società per lui, abbiamo trovato un prezzo giusto, credo che tutti siamo contenti, abbiamo preso una buona quantità di soldi.

Share