Nuoto: Federica Pellegrini e l'ultimo oro mancante

Share

"Quando si sente di dire una cosa, Federica la dice - ha spiegato Malagò - È il lato bello del suo carattere, è una persona onesta, ci mette la faccia ed è assolutamente legittimata a esprimere la sua opinione, che tra l'altro è condivisibile".

[.] Mi dispiace un sacco che questo premio non vada a te Matteo che sei riuscito in quest'impresa e oltretutto hai fatto migliorare di un secondo e mezzo Luca Pizzini. La cosa non è piaciuta alla Pellegrini, che ha twittato polemicamente, con risposta di Paltrinieri ma sempre nei binari della polemica sportiva.

Parlando di "meritocrazia" e confrontando i successi degli atleti di Morini con quelli del suo allenatore Matteo Giunta, ha sentenziato: "Per me è per il tuo gruppo tu sei l'allenatore dell'anno". "Complimenti Matte", ha scritto su Instagram l'azzurra.

Contrabbando di gasolio "a domicilio": sequestrati in Campania 800 litri di carburante
Si è inventato un distributore di gasolio "itinerante" con il quale raggiungeva i suoi clienti a domicilio. L'uomo, insieme ad un cliente, beccato a fare rifornimento, sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria.

La Procura federale ha cominciato a lavorare ieri sul caso delle polemiche nate dall'elezione del tecnico dell'anno, che di reazioni in reazioni hanno squassato l'ambiente azzurro, con una volgare deriva social a sfondo sessuale.

Greg Paltrinieri non ha gradito e si è schierato al fianco del tecnico vincitore criticando le "parole poco rispettose" della "collega". Sono opinioni e tali devono restare. È chiaro che Federica è brava, è forte, ma ripeto, si tratta di un premio, non è niente di che, non doveva prenderla sul personale, su queste cose bisognerebbe volare alto. E la situazione è degenerata in un tutti contro tutti con l'imbarazzo di Detti e sullo sfondo gli arcinemici, il presidente della federnuoto Barelli (pro Paltrinieri, ma non può dirlo) e quello del CONI Malagò (pro Pellegrini e non solo per la sua militanza nell'Aniene, ma non può dirlo). Una faccenda che ha messo in allarma la Federazione Italiana Nuoto che ha aperto un'indagine ("per valutare eventuali responsabilità di tesserati relative ad una vicenda che lede l'immagine del nuoto") e che potrebbe portare a squalifiche e deferimenti. Il dt della nazionale, Cesare Butini, attacca Morini jr.

Share