Parla Cesare Battisti: "Non stavo fuggendo"

Share

Intervistato nei giorni scorsi per la tv brasiliana Tribuna, Battisti aveva dichiarato con tono arrogante che "In Brasile sono protetto, posso uscirne come e quando voglio" e che "Se pensano di potermi mandare in Italia lo faranno illegalmente". La versione di Cesare Battisti sul suo arresto da parte delle autorità brasiliane al confine con la Bolivia arriva dopo una settimana di polemiche.

Il presidente Michel Temer ha revocato a Cesare Battisti lo status di rifugiato, concesso dall'ex presidente Inacio Lula da Silva, e ha dato ordine di estradarlo in Italia sempre che, nel mentre, i giudici del Tribunale Supremo Federale non accettino la richiesta di habeas corpus (si esprimano contro la limitazione delle libertà personali) chiesta dai suoi legali lo scorso 25 settembre quando il governo italiano ripresento la richiesta di estradizione.

La decisione sull'habeas corpus spetta ora al giudice monocratico Luiz Fux. Battisti condannato in Italia alla pena dell'ergastolo, ha solo la misura dell'obbligo di firma come disposto dal magistrato che ha deciso la sua scarcerazione. "Visti i recenti episodi, è ormai notorio e pubblico il rischio concreto, imminente e irreversibile di espulsione dal paese" di Battisti, hanno scritto gli avvocati ai giudici supremi, chiedendo che la loro istanza venga subito accolta. Visibilmente soddisfatto, con tanto di birra in mano immortalata dai fotografi, anche se con l'obbligo di non lasciare la zona senza autorizzazione della giustizia e di presentarsi ogni mese in tribunale.

Lecce, il premio di maggioranza contestato: il primo round al centrodestra
Per i resistenti , invece, bisogna tener conto anche delle preferenze ottenute dai due sfidanti in caso di ballottaggio . Tutti esponenti della maggioranza che sostiene Salvemini.

Battisti, intanto, è tornato nella sua casa sul lungomare di San Paolo dopo tre giorni di carcere nel Mato Grosso. Fonti diplomatiche italiane pur ricordando che l'esito della vicenda al momento non è ancora scontato, alla luce del pendente ricorso giurisdizionale al Stf, ricordano che c'è piena fiducia nel governo brasiliano con il quale si intende rilanciale le già ottime relazioni.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Share