Serie A, Milan: Biglia va ko per un'infiammazione al tendine rotuleo

Share

Riguardo le condizioni di Biglia ha parlato il medico rossonero Giancarlo Melegati ai microfoni di Milan TV.

Non ti avrei mai lasciata, grazie a te sono un giocatore vero
"E' stata una partita molto emozionante e quando finisce 3-3 vuol dire che tutte e due le squadre volevano vincerla". L'infortunio mi ha tenuto fermo una ventina di giorni, poi bisogna considerare l'ambientamento nella Premier League .

Non un grande impatto quello di Lucas Biglia nel mondo Milan. L'allenatore e la società si aspettavano molto di più rispetto all'andamento offerto fino ad oggi, e dopo undici giornate di campionato Leo e Lucas non hanno ancora inciso in positivo, semmai in negativo. Le motivazione che via via mi sono trovato ad addurre a parziale giustificazione di un rendimento oggettivamente insufficiente del centrocampista argentino sono state sia di carattere tattico (la squadra manca della benchè minima idea di gioco e in questi casi il primo a risentirne è il regista chiamato a creare dal nulla degli schemi di gioco che non esistono), ma soprattutto di natura fisica. Alla ripresa del campionato, poi, ci sarà il Napoli e in quella sfida potrebbe tornare a disposizione Jack Bonaventura: "Ha avuto una lesione al bicipite femorale della coscia sinistra". Le sue dichiarazioni: "Lucas ha un'infiammazione al tendine rotuleo sinistro". È già un po' che questo tendine gli dava fastidio e dolore, ma lui da grande professionista qual è, ha dato sempre disponibilità. "Speriamo di averlo a disposizione per la prima partita dopo la sosta". "Adesso, però, il dolore e il livello dell'infiammazione è aumentato e quindi abbiamo deciso di fermarlo per curare questo problema". Sicuramente è una scelta saggia da parte dell'equipe medica rossonera, per evitare che questo calciatore possa arrivare a soffrire maggiormente e magari a peggiorare tanto la situazione da obbligarlo a uno stop più lungo.

Share