Smog: Lancet, nel 2015 ha provocato 9 mln morti nel mondo

Share

Un decesso su sei verificatosi nel 2015 in tutto il mondo è stato causato dall'inquinamento, soprattutto la contaminazione dell'aria, ma anche da quella dell'acqua e dei luoghi di lavoro.

Una morte ogni 6 si può ricondurre all'inquinamento.

Nuovo terremoto nel centro Italia: scossa M 3.3 registrata nelle Marche
Questa mattina, alle 7.34, una scossa di terremoto è stata avvertita distintamente dalla popolazione tra Umbria e Marche . Entro i 10 chilometri dal centro del terremoto questi sono i due comuni coinvolti: Petrosino e Mazara del Vallo .

Il lavoro è frutto di due anni di indagine svolte da organizzazioni internazionali, ong e 40 ricercatori che nel rapporto sottolineano come l'inquinamento minacci la stessa "sopravvivenza delle società umane". Cifre che sono doppie rispetto alle morti provocate da Aids, malaria e tubercolosi messe insieme. Svezia, Brunei e Finlandia sono invece i Paesi più virtuosi. L'acqua inquinata sarebbe legata a 1,8 milioni di decessi, causati dalla scarsa igiene e dalla contaminazione delle fonti, che provocano malattie gastrointestinali e infezioni parassitarie.

Inquinamento atmosferico derivato da smog, unito all'inquinamento da combustibili fossili per uso domestico, il loro uso sommato alla combustione della biomassa nei paesi a basso reddito, sviluppa l'85% del particolato e una quota non indifferente di altri inquinanti atmosferici, è responsabile di 6,5 milioni di morti l'anno, causati maggiormente dall'insorgere di malattie cardiovascolari e in particolare, respiratorie. "I decessi indicati in Italia nella ricerca dell'Aea- conclude Bonelli- per noi sono omicidi e troviamo intollerabile che le istituzioni non stiano considerando questo problema che dovrebbe essere affrontato dall'autorita' giudiziarie". E questa valutazione è "probabilmente sottostimata", dato che "molti inquinanti chimici emergenti restano ancora da identificare".

Share