Strakosha snobba la Juventus: "Sono felice alla Lazio"

Share

Un giocatore in crescita e con le idee chiare, accostato anche ai bianconeri.

L'eroe indiscusso dell'impresa della Lazio allo Stadium, Thomas Strakosha, è tornato a parlare a distanza di due giorni dal match.

Daniele Bossari abbandona la casa del Grande Fratello Vip per lutto
La notizia del suo allontanamento è apparsa direttamente sulla pagina ufficiale di Facebook ieri sera intorno alle 23.20 circa. Ai coinquilini ha detto di stare in ansia perenne, ma soprattutto noia e monotonia sono i motivi della sua decisione.

Il rigore parato a Dybala è il culmine della sua carriera laziale ed è lo stesso portiere ad asserirlo nell'intervista rilasciata a Zona Gol, trasmissione della televisione albanese SuperSport: "Non riesco spiegare le emozioni che avevo dopo la partita". Parare quel rigore, sul finale di partita, ad un campione come Dybala in una gara come quella, è una cosa fantastica, forse la migliore della mia vita. Entrato in campo nelle ripresa, quando l'aquila biancoceleste stava già volando via, l'argentino si è prima visto negare il pari dal palo e poi ha cestinato l'ultima occasione del "penalty": arrivata grazie ad un gentile regalo di Patric e dalla conferma degli assistenti al Var.

LA STAGIONE - "Siamo un grande gruppo e possiamo crescere ancora di più, anche individualmente". Mio padre (ex portiere, nda) mi ha sempre dato dei consigli, che io non ho mai seguito. Questa volta invece l'ho fatto e ho fatto bene: "mi aveva detto di aspettare fino all'ultimo e così ho fatto, non dando riferimenti a Dybala e riuscendo così a regalare la vittoria alla mia squadra". Non ne so nulla di un eventuale interesse del club bianconero. Io sono felice alla Lazio, ho la fiducia dell'allenatore e del club.

Share