Ai domiciliari Gerardo Biancofiore presidente di Ance Puglia

Share

La denuncia venne presentata nei confronti della persona che aveva consegnato la scatola, un imprenditore foggiano che, secondo il racconto del sindaco, insieme ad un socio svolge attività nel settore dei rifiuti.

Su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Foggia, gli agenti del commissariato di Cerignola hanno arrestato e posto ai domiciliari Gerardo Biancofiore, di 51 anni, imprenditore e presidente di Ance Puglia, con l'accusa di istigazione alla corruzione. Ecco i termini dell'accusa: tentata corruzione per ottenere l'approvazione del sesto lotto della discarica presso l'impianto Sia di Cerignola.

Morto Stefano Salvatori, ex giocatore del Milan di Sacchi
Terminata l'esperienza con il Milan passò prima alla Spal e poi all'Atalanta , con la quale conquistò una promozione in Seria A. Chiusa la carriera nel 2002, qualche anno fa si era poi trasferito in Australia , per iniziare la carriera di procuratore.

Le indagini degli inquirenti, a distanza di poco meno di un anno, hanno scoperto chi ci sarebbe dietro la scatola di biscotti con all'interno 20mila euro che, a dicembre del 2016, fu consegnata al sindaco di Cerignola, Franco Metta.

Gli indizi sono desunti da una pluralità di elementi fra cui le dichiarazioni discordanti rese innanzi al P.M.in sede di interrogatorio dei due imprenditori indagati e dal contenuto degli sms scambiati fra gli stessi prima e dopo il fatto di reato denunciato.

Share