Atp Parigi-Bercy: Nadal si ritira

Share

Il numero uno del mondo Rafael Nadal si è ritirato dal Masters 1000 di Parigi Bercy (4.273.775 euro, veloce indoor) per il persistere di un dolore al ginocchio destro manifestatosi nel match di giovedì sera vinto in tre set contro Pablo Cuevas, dove infatti ha richiesto l'intervento medico. Per l'americano ci sono quindi ancora speranze di qualificarsi per l'ultimo grande appuntamento della stagione: basterà una vittoria in semifinale contro il serbo Krajinovic per ufficializzare la partecipazione al torneo britannico. I fan di Roger Federer (anche per lui due Slam e altri 7 trofei quest'anno) potrebbero storcere il naso e obiettare, in un gioco che si trascina ormai da più di dieci anni, ma il maiorchino ha dalla sua questa volta la matematica che lo ha consacrato ieri n.1 della racchetta, a prescindere da come finiranno le Atp Finals di Londra (12-19 novembre). Sto solo pensando a come continuare a giocare il più a lungo possibile.

Caso Regeni, pm: "Sentire studenti di Cambridge"
Dalle precedenti rogatorie non è emerso, inoltre, che Regeni avesse conti correnti in Inghilterra riconducibili a lui. La Procura di Roma continua a indagare sull'omicidio di Giulio Regeni .

MASTERS B WTA: MLADENOVIC KO, GOERGES ULTIMA SEMIFINALISTA - Definito il quadro delle semifinaliste al "Huajin Securities WTA Elite Trophy Zhuhai", già noto come Masters B o masterino, in corso sul veloce indoor del Zhuhai Hengqin International Tennis Centre della città nel sud della Cina. Nel Gruppo Azalea è durato meno di tre quarti d'ora il match, ininfluente ai fini della qualificazione, tra la russa Elena Vesnina, numero 17 del ranking mondiale, e la cinese Shuai Peng, 27 Wta, in gara grazie alla wild card a disposizione degli organizzatori: la 31enne di Lvov si è infatti ritirata per un problema fisico sul punteggio di 6-2 1-0 in favore della 31enne di Hunan. Nel Gruppo Camelia la statunitense Sloane Stephens, trionfatrice all'ultimo Us Open, si è ritirata dopo aver perso i primi 5 giochi con la ceca Barbora Strycova.

Share