Attentatore New York Green Card: Sayfullo Saipov era entrato così

Share

Si tratta di un altro uzbeko, Mukhammadzoir Kadirov, 32 anni, identificato e rintracciato.

Un viaggio tra amici negli Usa finito in tragedia.

"Dobbiamo essere molto più duri", ha detto il presidente ai giornalisti". A rendere noto che tra le persone morte nell'attacco c'erano degli argentini è stato il ministero degli esteri di Buenos Aires, sottolineando "la ferma condanna alle azioni del terrorismo e la violenza". Così il presidente americano Donald Trump su Twitter. "Sono orgoglioso - ha aggiunto - dei cittadini di New York e di tutto il Paese, che dimostrano forza nei giorni difficili".

L'attacco terroristico di martedì a New York è stato il primo messo in atto da un aggressore di origine straniera su suolo americano dall'inizio del mandato di Donald Trump.

Belgio, Nainggolan torna tra i convocati
Radja Nainggolan è probabilmente il più forte centrocampista della Serie A nonché uno dei migliori interpreti del ruolo al mondo. Quanto a Radja, il suo meglio alla Roma lo dà quando diventa un 'numero 10′ con un po' di liberta dietro a Dzeko .

Il presidente coglie l'occasione di dribblare gli sviluppi del Russiagate anche attaccando i democratici, in particolare il loro leader al Senato Chuck Schumer, accusato di aver sostenuto il programma della lotteria dei visti per la diversificazione dell'immigrazione, di cui l'attentatore ha beneficiato per ottenere la Green Card nel 2010.

Il terrorista è stato interrogato dalla Polizia e non ha avuto alcuna difficoltà ad affermare che se non fosse andato a sbattere con il pick-up contro lo scuolabus, avrebbe proseguito la sua corsa omicida con l'intento di uccidere quante più persone possibile.

"Il governo manifesta le proprie condoglianze per la morte di Hernan Diego Mendoza, Diego Enrique Angelini, Alejandro Damian Pagnucco, Ariel Erlij e Hernan Ferruchi", ha sottolineato il ministero, ricordando inoltre che "Martin Ludovico Marro è rimasto ferito ed è ricoverato presso il Presbiterian Hospital di Manhattan". Si è detto felice di quello che ha fatto e di aver scelto il giorno di Halloween perché le strade erano più affollate.

Ha lasciato un bigliettino vicino al furgoncino usato per l'attacco, nel quale ha scritto che agiva per l'Isis, il killer che ieri ha fatto tornare il terrore a poche decine di metri dal World Trade Center a New York, il 'Ground Zero' dell'11 settembre. L'uomo ha chiesto infatti di poter appendere nella sua stanza d'ospedale la bandiera dell'Isis.

Share