Azzurri fuori dai Mondiali, addio fra le lacrime di Buffon

Share

Ciao Italia. "Ciao Italia" titola L'Equipe, che sottolinea: "Per la prima volta dal 1958, anno dei Mondiali in".

Le vittorie di Svizzera e Svezia sono arrivate entrambe grazie a un 1-0, ma dopo il gollonzo di Johansson contro l'Italia non si è visto più neanche quel minimo.

Meteo, ecco Attila: neve a Bologna
In collina e' stata chiusa via della Fratta per la caduta di un albero che ha provocato uno smottamento della strada. Intorno alle 18 tutte le strade provinciali nel Bolognese sono risultate aperte.

Ma quest'estate in Russia l'estate sarà molto gelida, noi non ci saremo, un qualcosa di storico, l'unica tra le 8 vincitrici mondiali che guarderà la competizione da casa, 4 stelle cucite sul petto ed una "vacanza" anticipata per demeriti sportivi. Il crollo del calcio italiano è appena iniziato... Molta delusione a San Siro con i giocatori azzurri in lacrime. La qualificazione al Mondiale di calcio del 2018 è solo un sogno svanito. Una disfatta totale che non risparmia neanche il mondo delle scommesse. Ma in Russia andrà la Svezia. Purtroppo è così, son finiti i tempi delle vacche grasse e dal post 2006 ci siamo dovuti accontentare soltanto di vacche magre, forse fin troppo magre per un popolo come il nostro. Significativo è invece il titolo di 'Sport' che, mostrando l'immagine di un Buffon disperato, parla di crepacuore per gli italiani. "Un Mondiale senza l'Italia!". Certo, la vita va avanti (e menomale), si tornerà a pensare alle nostre vite quotidiane, ai nostri problemi, al lavoro, ai figli e tutto il resto e nonostante tutto continueremo a ringraziare di essere italiani, perché esser italiano (un italiano vero) è veramente qualcosa di veramente invidiabile.

Tanti sono i rimpianti per la marea di occasioni da rete sprecate che avverano così "l'apocalisse". Fu la prima edizione con gli azzurri esclusi (nel 1930 l'Italia decise di non partecipare). Il calcio fa parte della mia vita sin da bambino, ho iniziato a giocare nel lontano 1997. Quella del bomber dentro e fuori dal campo, nessuna fantasia ma solo realtà.

Share