Ballottaggio ad Ostia, nei seggi agenti in borghese

Share

Questa è la decisione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza in vista del ballottaggio di domenica 14 novembre. All'incontro hanno partecipato il ministro dell'Interno Marco Minniti, il questore di Roma Guido Marino, il prefetto Paola Basilone, il commissario di Ostia Domenico Vulpiani, la sindaca della Capitale Virginia Raggi e i vertici delle forze dell'ordine. Se tutti i 183 seggi saranno presidiati come di consueto con l'impiego delle forze dell'ordine normalmente previsto alle elezioni, in questa circostanza la vigilanza sarà rafforzata con l'impiego di forze in borghese nelle sezioni elettorali considerate più a rischio.

Lorena Loiacono Ostia nel mirino dell'antimafia, ora scende in campo anche il ministro degli interni Minniti. "Una vigilanza che dovrà rispettare il libero percorso dell'elettore nella sua decisione e controllare che non ci siano condizionamenti". Il voto arriva dopo due anni di commissariamento del X Municipio, seguito allo scioglimento per mafia, e proprio per questo il gesto dell'esponente della famiglia Spada, interrogato in merito ai rapporti con Casa Pound, il movimento di estrema destra che ha totalizzato il 9% dei consensi al primo turno, ha fatto suonare un campanello d'allarme. Ci sarà una presenza fisica.

Mondiali: da Irlanda Nord a Svezia, i disastri azzurri
E il Welt aggiunge: " L'Italia ha perso la fase finale della Coppa del mondo", con una foto emblematica di Buffon in lacrime. Il Paese e la rispettiva Nazionale scandinava non devono esattamente portare bene ai colori dell'Italia del calcio.

Il Faro on line - "Sono importanti le dichiarazioni di Minniti - dichiara in una nota la coordinatrice di Forza Italia del X Municipio, Mariacristina Masi - che riconoscono alla popolazione di Ostia il diritto di non essere interamente identificata con la criminalità e soprattutto quello di poter votare liberamente". L'appello che fa questo Comitato è un appello al voto. Questo è il nostro appello: "pensiamo che questo obiettivo possa arrivare anche dei cittadini di questo municipio per dare una risposta molto chiara e netta di isolamento dei criminali e dei violenti". Ma - ha spiegato il Ministro - soltanto la solidarietà nei confronti del giornalista non basta: era necessario infatti dare un segnale forte, una risposta ferma.

Share