Bbc: "Londra mette sul piatto 50 miliardi"

Share

Sale la sterlina - La sterlina risale a 1,33 dollari dopo che il Daily Telegraph ha riferito di un accordo tra Londra e Ue sul conto del divorzio. La trrattaiva sembra aver trovato l'accorso sui 6ì50-60 miliardi che la Gran Bretagna dovrà pagare oltre alle spese precedenti decise fino al 2019.

Anche la Danimarca sarebbe tra quei Paesi contrari alla permanenza nell'Unione Europea: ma Francia, Olanda, Italia, Danimarca non sono casi isolati, tutt'altro: secondo l'Eurostat, infatti, in riferimenti a dati del 2015, la percentuale degli intervistati in Europa che ritenevano fosse positivo e una garanzia essere membri dell'Europa sono solo il 35% in Repubblica Ceca, il 37% in Austria, il 42% in Italia, mentre in base ai dati contenuti nel nuovo rapporto da Pew, si dicono contrari alle politiche di austerità dell'Europa ben il 92% dei greci, il 68% degli italiani, il 66% dei francesi, il 65% in Spagna, il 59% in Svezia. "Non pagheremo a 27 ciò che è stato deciso a 28, è talmente semplice.dunque vogliamo saldare il conto", ha ribadito categoricamente Barnier, incaricato di negoziare per conto di Bruxelles l'uscita del Regno Unito dall'Ue. La proposta è stata comunicata a Bruxelles dopo la riunione di gabinetto della scorsa settimana. Firme su un pezzo di carta, ancora non ce ne sono. Per gli euroscettici, però, questa prospettiva potrebbe essere la migliore, nonostante oggettive difficoltà iniziali che ogni Paese si ritroverebbe ad affronterebbe, per avviare una reale ripresa economica in ogni singolo Paese.

Bonus bebè per sempre ma dimezzato dal 2019: 40 euro al mese
E' raddoppiato se la famiglia ha un Isee sotto i 7mila euro l'anno. È quanto si legge in un emendamento all'articolo 30 della manovra.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Restano ancora da superare le questioni della frontiera fra le due Irlande, che se lasciata aperta rappresenterebbe una valvola attraverso la quale passerebbero persone (già oggi 30mila al giorno) e merci senza controlli, e quella dello stato dei cittadini europei residenti in Gran Bretagna.

Interrogato al riguardo, un portavoce del capo-negoziatore Ue, Michel Barnier, ha fatto sapere che non c'è alcun commento da parte europea.

Share