Bitcoin sfonda i 10000 dollari

Share

Intanto il Bitcoin ha già superato quota 10.000 dollari e si sta avvicinando già a quota 11.000.

La lezione della net economy Come sottolinea il report di Convoy, sono due i fattori che identificano le bolle finanziarie.

Panetta ha ricordato come, a livello internazionale, i giudizi siano diversi: "L'amministratore delegato di Jp Morgan ha detto che si tratta di una grande frode a cielo aperto, un'altra azienda sta iniziando a commercializzare un fondo che investe in bitcoin". L'attenzione è tutta sulla soglia dei 10.000 dollari, considerati uno spartiacque per stabilire se la valuta digitale è solo un castello di carte destinato a crollare non appena sotto pressione. In particolare è interessante per quanto riguarda la blockchain, cioè l'archivio decentrato articolato in più nodi, che molti banchieri illuminati (non Zonin o il padre della Boschi, quindi) stanno studiando a prescindere dal bitcoin. "Il Bitcoin ha bisogno di Musk" ha scritto il blog. Ed è da quando ha raggiunto i 250 dollari che si parla di bolla destinata a scoppiare.

Figc: Malagò, pronti a dare una mano
Il dittatore della Corea del Nord, Kim Jong-un, ha lanciato ieri un nuovo missile balistico. Non penso però si trovi la soluzione intorno ad un nome, le caselle da riempire sono tante .

Stando ai numeri di Coindesk, in sole 24 ore la criptovaluta è salita del 10% e in un anno il valore si è decuplicato, con un aumento del 940%. Chiediamo al primo studente, un hipster campano senza calze con l'aria di chi è in ritardo per l'aperitivo: sorriso, risposta cordiale, ma non ha idea di dove sia l'aula né di come fare per trovarla. Le altre criptovalute mostrano un andamento simile; prendiamo ad esempio Ethereum, nel 2015, anno della creazione, un ethereum valeva molto meno di un dollaro, oggi nel vale più di 300.

"La legittimazione che rende il Bitoin un asset è molto importante.la sua capitalizzazione di mercato supera ora quella di Ibm, Walt Disney o McDonald's" afferma Neil Wilson, analista di ETX Capital, riferendosi ai prossimi future sul bitcoin della Chicago Mercantile Exchange, il maggiore operatore al mondo di opzioni e future, che intende introdurre i future legati alla criptovaluta. Nonostante la quasi impossibilità di offrire un dettaglio preciso, lo studio di Chainalysis rileva che delle monete estratte fino ad oggi, sia andata persa una quantità tra il 17 e il 23 percento, un valore espresso in bitcoin tra 2,78 e 3,79 milioni di monete. Anche Jerome Powell, nominato da Donald Trump alla guida della Fed, ieri si è pronunciato sul bitcoin, sostenendo che proprio per questo andamento e tecnologie della criptovaluta sono continuamente monitorati, e dichiarando chiaramente che le criptovalute saranno motivo di preoccupazione nel "lungo, lungo termine", anche se per ora non rischiano di aver alcun impatto negativo sull'economia, non essendo quella delle criptovalute un'industria abbastanza grande da avere un impatto sulla Banca Centrale Usa.

Share