Borg McEnroe: la scena Non piaci a nessuno John

Share

"Per me questo doveva essere qualcosa in più di un film sul tennis, piuttosto un film sul comportamento e la condizione umana, scavando nella psiche di due uomini che sembravano opposti ma condividevano lo stesso dolore esistenziale".

Il biopic di Janus Metz esplora con grande efficacia il tumulto interiore vissuto dai due atleti, soffermandosi in particolare sulla loro crescita come uomini.

Dal film si scopre che Borg da ragazzo era rissoso e indisciplinato come il suo rivale, ed è poi diventato metodico, controllato, freddo per raggiungere il suo obiettivo di diventare un campione, mentre McEnroe doveva continuamente sfidare se stesso per essere all'altezza delle aspettative del padre, senza mai riuscire a mascherare la sua rabbia.

Da una parte l'algido Bjorn Borg, dall'altra l'irascibile John McEnroe. Si trattava dello scontro tra due continenti.

Napoli, Allan: "Abbiamo fatto soffrire la squadra più forte d'Europa"
Mi auguro di avere ancora margini di crescita importanti. "Spero che i tifosi continuino a starci vicino". Dispiace per Faouzi , purtroppo sono cose che possono capitare.

L'unica pecca che si può accusare alla pellicola è un secondo atto che tende ad appiattarsi nel narrare delle origini dei personaggi e forse una mancanza di pathos proprio nella partita decisiva in cui la macchina da presa di Pederson segue, corre, inquadra ma non crea quella scintilla che avrebbe portato l'opera ancora più su.

Il cast principale comprende anche l'attore Stellan Skarsgard nella parte di Lennart Bergelin, coach del tennista svedese. Di John McEnroe (Shia LaBeouf) invece ci viene raccontata soprattutto la sua indole aggressiva e ribelle, che si manifestava in campo contro chiunque osasse contraddirlo. A questo si contrappongono sequenze volte a creare unatmosfera ricca, con immagini quasi simboliche che mirano a suggerire limportanza storica degli eventi.

Borg McEnroe si affida ad una fotografia cruda e scintillante per rappresentare il conflitto spirituale dei due sportivi. Due uomini molto diversi tra loro, che si sono dati battaglia dentro e fuori dal campo e che hanno dato vita alla mitica finale di Wimbledon del 1980.

Share