Collegato fiscale: via libera all'ampliamento della rottamazione

Share

La seconda novità, invece, permette al contribuente-debitore escluso dalla prima rottamazione a causa del mancato pagamento di tutte le rate scadute al 31 dicembre 2016 di rientrare nella nuova rottamazione presentando un'apposita istanza entro il 31 dicembre 2017.

Arriva l'approvazione, da parte della Commissione Bilancio del Senato, degli emendamenti al decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2018 (D.L. n. 148/2017) che interessano la definizione agevolata dei ruoli c.d. L'emendamento, se approvato in via definitiva, sposterà il termine della proroga dal 30 novembre al 7 dicembre.

JOVANOTTI/ Oh vita! il video del singolo. La tracklist del nuovo disco
Nel video non c'è nostalgia, ma c'è molto amore e gratitudine per una storia, un luogo e le persone che mi legano a quel posto . Per questo ho pensato alla mia vita, alle mie origini.

L'emendamento Santini estende la definizione agevolata anche a quei contribuenti che non hanno aderito alla prima edizione della rottamazione. Per aderire il contribuente dovrà presentare, entro il 15 maggio 2018, la propria richiesta di adesione compilando il modello DA-2017 disponibile sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it o presso gli sportelli dell'Agenzia. La scadenza vale sia per chi viene 'ripescato' o vuole mettersi a posto con i vecchi carichi dal 2000 al 2016, sia per chi vuole aderire per le cartelle ricevute quest'anno entro fine settembre.

Share