Cosenza, insegnanti assunti con titoli di studio falsi. 33 indagati

Share

Crisi nel mondo del lavoro? Avranno pensato "in fondo cos'è un diploma se non un pezzo di carta?".

Terremoto nelle scuole cosentine: i carabinieri hanno scoperto un sistema, diffuso su tutto il territorio nazionale, che falsificava diplomi falsi e di conseguenza metteva in circolazione titoli non veritieri per insegnanti.

GF, anche Aida Yespica molla Geppy Lama
Aida Yespica nel frattempo cerca di riprendersi dal brutto colpo ed è decisa a voltare pagina: "Adesso basta , penso solo a me". L'ultima puntata del Grande Fratello Vip si preannunciava ricca di suspense e così, in effetti, si è rivelato proprio così.

Dal 2016 i Carabinieri hanno indagato su tutto il territorio nazionale per accertare gli illeciti. A distanza di pochi giorni dal servizio delle Iene sui titoli comprati del personale assistente tecnico e amministrativo delle segreterie scolastiche, TgCom24 batte la notizia di un avviso di garanzia rivolto a 33 persone, tutte del cosentino, che insegnavano grazie a questi diplomi falsi.

Erano stati assunti a tutti gli effetti in scuole primarie e dell'infanzia come maestri e maestre ma il loro titolo di studio non era mai stato conseguito. I 33 sono accusati di falsità ideologica commessa dal privato e falsità materiale in atto pubblico. Le indagini non sono che all'inizio, e pare che il vaso di Pandora appena aperto contenga ancora abbastanza da sollevare grandi interrogativi, su quale educazione possano ricevere i nostri figli e da chi questa venga impartita.

Share