Elezioni, Di Maio invita Renzi al confronto tv. E lui accetta

Share

"Il candidato premier del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio, mi ha sfidato con un tweet a un confronto pubblico televisivo dopo il 5 novembre". Gli ho risposto di si', subito. Se così sarà, tra un mese la Sicilia avrà abolito i vitalizi, dimezzato gli stipendi ai deputati regionali e reinvestito queste decine di milioni di euro in progetti per il lavoro ai giovani siciliani e per le donne lavoratrici autonome che durante la gravidanza hanno bisogno di essere aiutate nella loro professione. "Mi va bene martedì sera, il 7, la prima data utile". "Ci stai?". Scrive su Twitter il candidato premier M5s, Luigi Di Maio sfidando Matteo Renzi, segretario del Partito democratico, che accetta sempre su Twitter. "Chi non può chiami tutti i suoi amici e conoscenti e gli dica che il 5 novembre si sceglie il futuro dell'isola più grande del Mediterraneo".

Di Maio e Renzi, del resto, sono già protagonisti di un continuo botta e risposta a mezzo social network, strumenti che utilizzano con continuità e anche una discreta efficacia.

Disoccupazione stabile al'11,1% ma sale quella giovanile
Un incremento che somiglia a un rimbalzo, visto che quest'estate l'inattività aveva toccato i suoi minimi storici. Sono in aumento gli occupati indipendenti, stabili i dipendenti a termine e in calo i permanenti.

Subito dopo, il direttore del TG di LA7 Enrico Mentana si è offerto di moderare il confronto.

Luigi Di Maio, invece, ha detto che il sogno di dipingere la Sicilia con i colori del Movimento 5 Stelle è realizzabile, dipende tutto dagli elettori.

Share