Fermato Roberto Spada, l'aggressore del giornalista Rai

Share

I Carabinieri lo hanno tratto in arresto e, poco dopo, il ministro dell'Interno Marco Minniti è intervenuto ringraziando l'Arma dei Carabinieri e la Procura della Repubblica e dichiarando che "Il fermo di Roberto Spada è la dimostrazione che in Italia non esistono zone franche".

Spada è stato fermato con le accuse di lesioni aggravate e violenza privata con l'aggravante di aver agito in un contesto mafioso.

Lo Spada é salito agli onori della cronaca, grazie al video che lo immortala mentre malmena un inviato della trasmissione Nemo, scagliando una violentissima testata sul naso di quest'ultimo. con Di Pillo (M5S) con Picca (Fdi-centrodestra), é la linea del movimento di estrema destra, sotto tiro per l'appoggio dato da Roberto Spada prima che aggredisse la troupe Rai. Leggere lesioni anche per il cameraman, colpito ripetute volte dal bastone impugnato da Roberto Spada.

GP Brasile 2017, Valtteri Bottas: "Non sono secondo a nessuno!"
Naturalmente, non è la stessa cosa che combattere per un campionato, ma il secondo posto è sempre migliore del terzo . Penso che Valtteri voglia riuscirci con merito e senza ausili.

"Noi siamo qui oggi a chiedere ufficialmente alla magistratura italiana che apra un fascicolo d'inchiesta su di noi per appurare se esistono rapporti criminali tra noi e il clan Spada. Chiediamo inchieste rapide e pubbliche e che i risultati siano diffusi all'opinione pubblica". "Non è un naso rotto che ci può fermare", dice il reporter Rai di Nemo. E così CasaPound (Cpi) si toglie dall'impaccio sul suo 9% di consensi, invitando gli elettori a non partecipare al ballottaggio del 19 novembre per il X Municipio di Roma. Anselmi ha coraggiosamente difeso il girato della telecamera durante l'aggressione, gliene sono grato. "Entrambi continueremo a fare il nostro lavoro con la stessa dedizione di prima", ha concluso entrando nella sede Rai. I carabinieri hanno raccolto le certificazioni mediche. I legami di amicizia di Marsella con Roberto Spada sono in realtà noti, e mai smentiti, anche perché non smentibili. "I complimenti alle forze dell'ordine che in 24 ore hanno arrestato l'autore dell'aggressione", ha aggiunto.

Intanto uno dei leader nazionali di CasaPound, Simone Di Stefano - intervistato a Omnibus su La7 - ha sostenuto che il movimento di estrema destra non ha alcun motivo di prendere le distanze dal gesto di Spada perché questi "non è di CasaPound, non è tesserato". Una domanda legata al fatto che secondo le ipotesi investigative sulla criminalità del litorale gli Spada sono molto influenti nel quartiere.

Share