Fmi: "Incoraggiante accelerazione vendita Npl in Italia. Pil +1,7%"

Share

Nel suo documento dedicato alle prospettive economiche dell'Europa, il Fondo conferma la stima per il Pil dell'Italia quest'anno al +1,5%, un dato da inserire in un contesto di crescita rafforzata in Europa e nell'Eurozona.

Il pil italiano crescerà dell'1,1% nel 2018 e dello 0,9% nel 2019. La disoccupazione per il 2017 scenderà all'11,4%, mentre il debito che per quest'anno è attesto al 133%, nel 2918 calerà al 131,4% e al 128,8% nel 2019. "La riforma giudiziaria e il controllo della corruzione sono considerate priorità in diversi paesi europei", osserva il Fmi nel Regional Economic Outlook per l'Europa rimarcando quanto sia importante "rafforzare gli sforzi anti corruzione in Bulgaria, Grecia, Ungheria, Italia, Romania e Ucraina".

Svezia, Andersson: "Arbitro? Parla il campo. Grande fiducia per domani"
Sulle percentuali di qualificazione: "Non lo so, il 47, 48, 50%. noi vogliamo andare al Mondiale, questo è poco ma sicuro". Sì so come si fa gol a San Siro, ma non so se giocherò dopo la botta che ho preso venerdì.

Il Fondo conferma inoltre le stime su conti pubblici e mercato del lavoro. Il deficit per il 2017 è stimato in ragione del 2,2%. Secondo il Fondo, il recente smaltimento di Npl da parte delle banche italiane "è incoraggiante". In ogni caso, il Fmi ritiene che "la ripresa economica potrebbe non essere sufficiente ad aumentare i rendimenti per soddisfare le aspettative degli investitori" e "saranno necessari ulteriori consolidamenti e ristrutturazioni".

Share