Francia, il lato oscuro della destra: donne di FN vittime di molestie?

Share

Lo scandalo sulle molestie sessuali sollevato dal caso Weinstein si allarga a macchia d'olio. Il più recente (ma certo non ultimo) arriva dalla Francia: "diverse donne" del Front National hanno denunciato di essere "vittima di aggressioni, Molestie o minacce da parte dei membri" del partito di estrema destra francese. Per il momento non c'è una reazione ufficiale da parte dei vertici di FN.

L'inchiesta di Le Monde parte da un episodio del luglio 2016, quando una ex collaboratrice del partito denuncia mesi di minacce e ricatti da parte di un consigliere regionale, Axel Loustau. La Vournet avrebbe denunciato il tutto alla Le Pen che, per tutta risposta, le avrebbe consigliato di rivolgersi alla giustizia.

Pensioni, il governo medita slittamento aumento dell'età per i lavori usuranti
Non si tratterebbe, però, di una nuova concessione ma solo quella di rispettare gli accordi presi dall'esecutivo a settembre 2016. Senza risposte, le iniziative del sindacato, già mobilitato con incontri e assemblee tra i lavoratori, proseguirà.

Il quotidiano francese ha affermato che la Le Pen è sempre stata a conoscenza degli abusi all'interno del suo partito, senza prendere nessuna posizione, e ha aggiunto "nel partito il culto della virilità e l'indulgenza nei confronti di 'comportamenti gallici', secondo un'espressione utilizzata nei corridoi, può insabbiare comportamenti problematici".

Share