Gentiloni: ritorno a crescita non va sprecato, manovra "snella e mirata"

Share

"La mia generazione ha conosciuto tre fasi - ricorda -".

"Abbiamo presentato e proposto al Parlamento una legge di bilancio snella e mirata, concentrata su alcuni obiettivi", ha aggiunto il premier sottolineando che "di una cosa dobbiamo essere almeno certi: siamo fuori dalla più grave crisi economica che ci ha colpito dal dopoguerra, siamo tornati a crescere. Non mi spingerei a dire che si tratta di una fake news, come si dice oggi, e tuttavia non conosco instabilità più solida di quella italiana nei fondamentali delle nostre scelte, come quella europeista". "Può essere migliorata, ma non può trasformarsi in una nuvola di segnali di fumo per questa o quella categoria". E se dal punto di vista della manifattura non ci sono dubbi sulla priorità da dare all'Impresa 4.0 - formula un po' esoterica che altro non significa che immettere in fabbrica l'efficienza dei software e dei robot collegati alla Rete - va anche detto che i bulloni non stretti ci sono. Troppo a lungo si è parlato in consessi nazionali - prestigiosi ma anche un po' ovattati - di come affrontare la sfida di quel cambiamento necessario che si può chiamare in tanti modi (impresa, accademia, ricerca, trasferimento tecnologico) ma che in ultima analisi riguarda il lavoro e la competitività. "Ora quella macchina va accudita, rassicurata da parte delle categorie, dalle associazionid'imprese".

Collegato fiscale: via libera all'ampliamento della rottamazione
L'emendamento Santini estende la definizione agevolata anche a quei contribuenti che non hanno aderito alla prima edizione della rottamazione .

Per Gentiloni "il merito di questo risultato, al di là di cosa hanno fatto Governo e Parlamento, è in primo luogo del lavoro, delle imprese, dei nostri territori: io sono convinto, la nostra rivendicazione d'orgoglio è che se siamo fuori da una crisi straordinaria lo dobbiamo anzitutto alla capacità di resilienza e innovazione del mondo del lavoro e delle imprese".

Poi il premier è intervenuto a Milano, al meeting annuale di "Medici con l'Africa Cuamm".

Share