Honor V10 certificato dal TENAA

Share

Sarà presentato domani 28 novembre in Cina il nuovo Honor V10, che probabilmente arriverà in Europa il prossimo 5 dicembre sotto il nome di Honor 9 Pro. Come preventivato infatti ormai da giorni, la controllata di Huawei ha infatti ufficializzato in Cina Honor V10, terminale di punta che ricorda, in special modo in termini di specifiche hardware, il più blasonato e pubblicizzato Mate 10 Pro.

Il punto di partenza del progetto è il SoC Kirin 970, il nuovo chipset di fascia alta di Huawei che integra una CPU Octa-Core con clock massimo di 2.4 GHz, una GPU Mali-G72 MP12 ed un coprocessore i7 per l'intelligenza artificiale. Le dimensioni di Honor V10, alias Honor 9 Pro, sono pari a 157 × 74,98 × 6,97 mm, distribuite in 172 gr. di peso. Il display è una unità da 5,99 pollici con risoluzione Full HD + (2160 x 1080 pixel), purtroppo non di tipo OLED, ma IPS LCD.

Amazon: Jeff Bezos è nuovamente l'uomo più ricco del mondo
Nel corso della sessione di venerdì, le azioni societarie hanno guadagnato oltre il 2,5% a Wall Street. Il Black Friday fa volare le fortune di Jeff Bezos , il fondatore di Amazon .

Il nuovo top di gamma di Honor sarà realizzato in tre varianti (4 GB di RAM e 64 GB di storage o 6 GB di RAM e 64/128 GB di storage). Lo slot per l'espansione è ibrido e può alloggiare una SIM per sfruttare la connettività Dual SIM. Il sistema operativo preinstallato su Honor V10 e' Android 8.0 Oreo con interfaccia utente personalizzata EMUI 8.0 di Huawei e la batteria e' da 3750mAh che supporta la ricarica rapida. Non siamo però di fronte a valori record, dal momento che l'azienda ha pensato bene di incastonare sul frontale (come su Honor 9) un lettore di impronte digitali, scelta quest'ultima forse non troppo innovativa da un punto di vista squisitamente estetico ma dall'indubbia praticità e comodità. Anche in questo caso è netta la presenza dell'intelligenza artificiale, dal momento che troviamo funzionalità di "Real-Time Scene" e "Object Recognition", utili per riconoscere gli oggetti inquadrati e, soprattutto, migliorare la qualità degli scatti, in ossequio ad una analisi ad-hoc della scena globale; l'intelligenza artificiale garantirà altresì lo sblocco dello smartphone con il riconoscimento del volto e una migliore qualità dei selfies, sfruttando appieno la fotocamera frontale da 13 megapixel.

Share