Inter, Skriniar: "Sono felice qui in nerazzurro, ma il Barcellona…"

Share

"Sono molto felice anche per i risultati che sta ottenendo tutta la squadra. Pur faticando contro il Torino siamo rimasti al vertice, a soli due punti dal Napoli; io cerco di aiutare la squadra in ogni modo, anche con i miei due gol". "Credo che possiamo andare avanti così", parola di Milan Skriniar. Le valutazioni positive fanno sempre piacere. Abbiamo un ottimo rapporto: è un allenatore esigente e molto bravo. "Sa sempre quando motivarti o infonderti calma, in base ai momenti della stagione; usa molto i suoi collaboratori, dividendo gli allenamenti per ruoli e rendendoli sempre dinamici". Direi di sì. Se avessi giocato zero minuti nessuno lo avrebbe pensato. Ma quando ho iniziato a giocare il mister mi ha dato fiducia e lì ho capito di aver fatto un'ottima scelta. Ma naturalmente è stato tutto divertente. Ringrazio i tifosi, sono contento che il mio lavoro venga apprezzato. "Dopo il derby vinto la gente ci ringraziava in città. Anche i tifosi del Milan mi chiedono gli autografi, con loro non ho alcun problema". Sarebbe quindi ingenuo dire di essere da scudetto, anche perché la concorrenza è davvero numerosa, con squadre come Juventus, Napoli e Roma. È stato Ivan, un mio ex compagno di squadra ad aiutarmi, traducendomi quello che era necessario. "L'Inter deve partecipare alla Coppa più prestigiosa". L'interesse del Barcellona? Non so se sia vero. "Lì Hamsik è davvero un leader e i tifosi conoscono anche le sue origini slovacche; so che si radunano intere folle per avere un suo autografo, ma anche io a Milano ne firmo molti, persino ai tifosi del Milan". Il Barcellona è il Barcellona, ma non dico nulla: sono all'Inter e sono felicissimo.

Piaggio protagonista a Eicma 2017 con la Vespa Elettrica
Prestazioni da cinquantino, dunque, ma insaporite dal brio dell'elettrico: ovvero, accelerazione immediata e una spinta fluida. Che debutta a Eicma 2017 in versione definitiva a un anno esatto dalla presentazione del prototipo.

"Nella partita contro la Sampdoria ho provato una sensazione insolita".

Share