Intervento d'eccezione al Bambino Gesù: separate gemelle siamesi

Share

Le bambine, Rayenne e Djihene, erano attaccate dall'addome e dal torace.

Separate all'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, due gemelle siamesi algerine di 17 mesi, unite per l'addome e per il torace. Come dicevamo inizialmente però questo intervento segna in modo incisivo la storia dell'ospedale pediatrico, Bambino Gesù di Roma, in quanto si tratta del secondo caso trattato nel plesso a distanza di circa 30 anni.

L'intervento di separazione sulle gemelle, provenienti dall'Algeria, è durato 10 ore ed è stato eseguito da un team multidisciplinare di circa 40 persone guidato dal professor Alessandro Inserra, direttore del Dipartimento Chirurgico. Sono passati trent'anni dal primo intervento effettuato proprio nello stesso ospedale ed uno dei pochissimi casi di separazione i fratelli siamesi effettuata qui nel nostro paese. I genitori delle bimbe hanno fatto chiaramente capire che è stato grazie all'intervento di Papa Francesco che sono riusciti a portare le figlie in Italia: "Ringraziamo di cuore Papa Francesco per la grande opportunità che ci ha dato per le nostre bambine". La preparazione dovuta per l'intervento è stata molto complessa, in quanto è stato studiato tutto nei minimi dettagli, addirittura sono stati realizzati modelli e stampe tre di delle gemelle. Una speciale procedura ha poi consentito di dimezzare la durata dell'operazione (in media di 18-20 ore) riducendo il tempo di esposizione delle bambine all'anestesia.

La Nutella non sarà mai più la stessa
Una percentuale che rimane sempre un po' troppo bassa per un ingrediente che dovrebbe essere caratterizzante del prodotto. La famosa crema spalmabile alla nocciola adesso avrebbe un aspetto più chiaro rispetto al passato.

Inoltre, l'ospedale ha anche annunciato che un'altra coppia di gemelle siamesi, già ricoverate nel reparto di Neonatologia, verrà separata nelle prossime settimane.

Le bimbe sono state separate lo scorso 7 ottobre ma la notizia si è diffusa solo in queste ore, dopo la conferma della riuscita dell'operazione.

Share