Italia: Pil 3° trimestre in aumento, sorpresi gli analisti (preliminare)

Share

La variazione acquisita è la crescita annuale che si otterrebbe in presenza di una variazione congiunturale nulla nei restanti trimestri dell'anno. Si torna così a superare una cifra tonda, dopo un lungo periodo passato sotto i 400 miliardi di euro. Statisticamente, si tratta del tredicesimo trimestre consecutivo in cui il Pil cresce.

Buone notizie dall'Istat per quanto riguarda il Pil italiano: nel terzo trimestre dell'anno la crescita è dello 0,5%. La nostra crescita è uguale a quella della Francia e superiore a quella della Gran Bretagna (che si è fermata allo 0,3%), ma inferiore a quella della Germania e degli Stati Uniti.

(Teleborsa) - L'economia dell'Italia accelera oltre le attese nel terzo trimestre. In termini tendenziali, si è registrato un aumento del 2,3% negli Stati Uniti, del 2,2% in Francia e dell'1,5% nel Regno Unito. Sempre su base annua, il Paese dell'Eurozona che cresce di più è la Lettonia (6,2%), seguito da Cipro (3,9%), mentre Belgio (1,7%) e Italia (1,8%) quelli che crescono meno.

C'è più spazio l'Ape social. Saranno accolte oltre 46 mila domande
Il premier Paolo Gentiloni ha spiegato che l'intenzione è di riutilizzare nel sistema previdenziale le risorse non spese per l'Ape social e l'anticipo pensionistico per i lavoratori precoci .

Il terzo trimestre del 2017, precisa l'ISTAT che oggi ha diffuso la ha avuto tre giornate lavorative in più del trimestre precedente e una giornata lavorativa in meno rispetto al terzo trimestre del 2016.

La variazione congiunturale, sottolinea l'istituto di statistica, e' la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell'agricoltura e di un aumento nei settori dell'industria e dei servizi.

Share