M5S, a Genova Tari doppio del dovuto

Share

Quella che oggi è chiamata TARI, ovvero la famosa tassa sui rifiuti, ha una quota variabile per buona parte delle municipalità italiane. Il sindaco di Milano, Beppe Sala, assicura che chi ha pagato più del dovuto sarà rimborsato. Da qui l'interrogazione parlamentare alla quale il Ministero, tramite il sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, ha risposto annunciando che si trattava di una errata comprensione della legge: la Tari per la parte variabile va applicata solo all'abitazione e non alle pertinenze. La Tari, introdotta nel 2014 per finanziare il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, è composta da una quota fissa e da una variabile. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.

"Ho ringraziato il Governo per il chiarimento - ha detto L'Abbate - e ho chiesto che venga al più presto inviata una nota formale all'Anci per illustrare le motivazioni alla base della nostra interrogazione e per far comprendere che è necessario quanto prima sistemare la situazione in quei paesi dove si è perpetrato l'errore".

Sasso contro auto, muore una donna a Cassano d'Adda
La persona che ha lanciato il sasso è scappata, non si sa nulla sulla sua identità.Sulla vicenda indagano i carabinieri . E' stato lanciato da un terrapieno alto circa 5 metri sulla corsia opposta .

Per il contribuente quello che va esaminato è la cartella dell'avviso di pagamento, esaminando le voci appartenenti ai dati catastali dell'immobile, alla superficie tassata e al numero di occupanti dell'immobile stesso. Per una famiglia composta da quattro persone con un'abitazione di 150 metri quadrati, suddivisi in 100mq di casa, 30mq di garage e 20mq di cantina, la TARI si calcola prendendo in considerazione la quota fissa sommata una sola volta alla quota variabile, a prescindere dal numero di pertinenze. L'errore riguarda il calcolo di quest'ultima quota del tributo. "Come MoVimento 5 Stelle Genova ci siamo già attivati per chiedere alla giunta Bucci di verificare immediatamente il procedimento di calcolo sulla Tari del Comune di Genova e se l'errore verrà riscontrato, di avviare subito un percorso per il rimborso del non dovuto a tutta la cittadinanza".

Share