Mattarella firma il Rosatellum: il nuovo sistema elettorale ora è legge

Share

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato la legge di riforma elettorale, il Rosatellum bis. Ecco il "Rosatellum 2.0" approvato definitivamente oggi dal Senato e in attesa di essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale per diventare legge. Il prossimo passo sarà la pubblicazione del provvedimento legislativo sulla Gazzetta ufficiale. Le Circoscrizioni, importanti per il recupero dei resti, saranno 28. In Senato saranno 20. Si tratta di un sistema misto, prevalentemente proporzionale con una soglia di ingresso del 3% per le singole liste che per le coalizioni sale al 10%.

UNA SCHEDA, VOTO UNICO: diversamente dal Mattarellum, in cui c'erano due schede (una per il collegio ed una per il listino proporzionale, con la possibilità di un voto disgiunto), con il 'Rosatellum 2.0' ci sarà una scheda unica. In essa il nome del candidato nel collegio maggioritario sarà affiancato dai simboli dei partiti che lo sostengono, con i nomi dei candidati dei listini. Barrando sul simbolo del partito il voto andrà al candidato del collegio e al partito per la parte proporzionale.

Terrore a Montefranco rapinano ufficio postale armati di pistola
Rapina con pistola alla mano, di prima mattina, alle poste di Montefranco . La banda ha colpito nella tarda mattinata di oggi. Allertata subito dopo anche la polizia.

Così, una legge elettorale che non convinceva appieno nemmeno l'ex presidente della Repubblica Napolitano, come alcuni emeriti costituzionalisti, ha superato il vaglio del Quirinale, finendo per arrivare lì dove mirava ad arrivare. Pure in questo caso solo per le prossime elezioni, anche gli avvocati abilitati al patrocinio in Cassazione potranno autenticare le firme per la presentazione delle liste elettorali. Per M5s e Mdp la norma serve a far candidare Denis Verdini fuori dall'Italia, il Pd e i verdiniani negano.

Share