Milan, ecco i soldi: Bgb Weston, 8 settimane per il rifinanziamento

Share

Nuovo accordo di rifinanziamento del debito all'orizzonte per il Milan.

Si chiama Bgb Weston, è una società finanziaria che ha già affiancato club calcistici e che - a quanto riferisce il Corriere della Sera - potrebbe, anzi dovrebbe accollarsi l'onere di rifinanziare il debito del Milan contratto con il fondo americano Elliott.

Con il campionato fermo a tenere banco in casa Milan sono due questioni fondamentali extracampo. Il debito così contratto va restituito entro ottobre 2018: in caso contrario, Elliott si prenderebbe il Milan per una cifra decisamente bassa, probabilmente per rivenderlo in fretta a qualcun altro acquirente e far fruttare al massimo l'investimento.

Nell'aprile 2017, il Fondo Elliot ha prestato 303 milioni di euro, di cui 180 a Yonghong Li, attuale proprietario del Milan, ad un tasso dell'11,5%, mentre gli altri 123 milioni al club, con un tasso del 7,7%.

Indagata madre 13enne morta in incidente
L'iscrizione rappresenta un atto dovuto in vista di alcuni accertamenti per poter ricostruire con certezza la dinamica dell'incidente.

L'obiettivo dell'a.d. Fassone e della società era liberarsi entro la Primavera dell'imminente scadenza, e secondo 'Il Corriere della Sera', grazie all'opera dell'advisor incaricato dal club di Via Aldo Rossi, Bgb Weston, starebbe per essere conseguito con largo anticipo. "In realtà, questo istituto è stato già identificato".

"Da 2-3 mesi - ha dichiarato Lorenzo Gallucci, a capo del team di Bgb - abbiamo studiato delle soluzioni alternative a quelle già presentate al Milan in estate, che calzassero meglio con le esigenze del club".

"La soluzione identificata rifinanzia sia il Milan, sia Yonghong Li; - ha assicurato ancora Gallucci - il finanziamento andava rivisto senza penalizzare il club e naturalmente in un periodo più lungo, dai tre ai cinque anni". Sono fiducioso che si possa arrivare a qualcosa di definitivo anche prima delle 8 settimane, con tempistiche decisamente più rapide dei classici rifinanziamenti. "Con il nostro aiuto questo management si svilupperà molto in Asia". Ha poi concluso sul loro intervento nel mondo del calcio "Attraverso una nostra partecipata Bgb Aurea ci siamo occupati dell'acquisto e della vendita di diversi club, soprattutto in Italia e in Spagna, ma anche di rifinanziamenti per portare a termine trasferimenti di calciatori". Il calcio, dunque non è un settore nuovo per noi e ormai è abbastanza normale che i club utilizzino la leva finanziaria per valorizzarsi, dal momento che hanno dei budget in crescita e iniziano ad attirare l'interesse di finanziatori internazionali.

Share